UniversONline.it

Farmaco: Zetamicin | Bugiardino n. 13860 - Foglietto illustrativo n. 13860 - Farmaco Zetamicin: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 200 mg / 2 ml imiv 1 Fiala ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Zetamicin

Farmaco: Zetamicin | Bugiardino n. 13860

Confezione: 200 mg / 2 ml imiv 1 Fiala

Casa farmaceutica: A. Menarini Industrie Farmaceutiche Riunite S.r.l.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Zetamicin: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: J01GB07

Principio attivo Zetamicin: Netilmicina solfato (FU)

Gruppo terapeutico: Antibatterici aminoglicosidici

Scadenza Zetamicin: 60 mesi

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Zetamicin (200 mg / 2 ml imiv 1 Fiala )

Infezioni pleuro-polmonari: bronchiti, broncopolmoniti, pleuriti, empiemi; infezioni del rene e delle vie genito-urinarie: cistiti, pieliti, cistopieliti, pielonefriti, calcolosi infette, uretriti, prostatiti, vescicoliti; infezioni chirurgiche: infezioni perioperatorie, peritoniti, ascessi, flemmoni, osteomieliti, infezioni post-traumatiche, infezioni a carico delle ossa o dei tessuti molli, ferite e ustioni infette; infezioni ostetrico-ginecologiche: metriti, parametriti, salpingiti, salpingo-ovariti, pelvi-peritoniti, aborto settico, mastiti; stati settici: batteriemie, setticemie, settico-piemie; infezioni gastroenteriche e delle vie biliari sostenute da germi sensibili alla netilmicina. Zetamicin è risultato efficace anche nel trattamento di infezioni dovute a microrganismi resistenti ad altri aminoglicosidi e quindi è raccomandato nella terapia d’attacco delle infezioni da Gram-, siano esse sospette o accertate; la decisione di continuare la terapia con Zetamicin dovrà basarsi sui tests di sensibilità e sulla risposta clinica del paziente, oltre che sulla tollerabilità del farmaco. Nelle infezioni che mettono in pericolo la vita del paziente Zetamicin può essere somministrato in associazione ad un Beta-lattamico, ancora prima di conoscere i dati di sensibilità in vitro. Se si sospetta la coesistenza di microrganismi anaerobi bisogna instaurare una adeguata terapia di associazione.

Posologia / dosaggio Zetamicin (200 mg / 2 ml imiv 1 Fiala )

Zetamicin può essere somministrato per via intramuscolare od endovenosa: la posologia è identica.
Pazienti con funzionalità renale normale: il dosaggio raccomandato è indicato nella tabella sul Foglio Illustrativo. Orientativamente per adulti di peso compreso fra 50 e 90 kg si consiglia una dose di 150-200 mg ogni 12 ore, oppure di 100-150 mg ogni 8 ore, oppure, nelle infezioni sistemiche non gravi, 300 mg ogni 24 ore. In genere la dose più bassa è indicata nelle infezioni delle vie urinarie e la più elevata nelle infezioni sistemiche. In ogni caso il dosaggio deve essere adeguato alla gravità dell’infezione e alle condizioni del paziente. Nelle infezioni non complicate delle vie urinarie può essere sufficiente una posologia di 3 mg/kg/die in un’unica somministrazione giornaliera (ad es. per un paziente adulto 150 o 200 mg al dì). Nelle infezioni che mettono in pericolo la vita del paziente si possono somministrare negli adulti fino a 2,5 mg/kg ogni 8 ore, scendendo a 2 mg/kg appena clinicamente possibile, di solito entro 48 ore. La durata abituale del trattamento è di 7-14 giorni per tutti i pazienti, benché nelle infezioni complicate possa rendersi necessario un trattamento più protratto. Sebbene terapie prolungate con Zetamicin siano ben tollerate, nei pazienti trattati per periodi superiori a quelli raccomandati si consiglia il controllo delle funzioni renale, vestibolare e uditiva.
Somministrazione endovenosa: la somministrazione per via endovenosa è raccomandata nei pazienti con setticemia o in stato di shock ed è preferibile nei pazienti con insufficienza cardiaca congestizia, disordini ematologici, gravi ustioni o con masse muscolari ridotte. Negli adulti la dose singola può essere diluita in 50-200 ml delle soluzioni compatibili (vedere oltre); nei lattanti e bambini si adeguerà il volume del diluente alle necessità di liquidi del paziente. La durata dell’infusione deve essere compresa fra mezz’ora e 2 ore. Zetamicin può inoltre essere iniettato lentamente in vena sia direttamente che attraverso un deflussore, in un tempo compreso tra 3 e 5 minuti.
N.B. - Zetamicin non deve essere mescolato nella stessa siringa o flacone per fleboclisi con altri farmaci.
Zetamicin è fisicamente compatibile senza perdita di attività con le seguenti soluzioni parenterali: fisiologica, destrosio 5% - 10%, ringer e ringer lattato, isolyte P, M, E, con destrosio 5%, travert 10% con Electrolyte n. 2 e n. 3, destrano 40 al 10% e destrosio 5%, destrosio 5% in Polysal e in acqua sterile per iniezioni. In queste soluzioni Zetamicin, a una concentrazione di 0,8 mg/ml, è stabile per 48 ore a temperatura ambiente.
Pazienti con funzionalità renale alterata: la posologia va adattata al grado di compromissione della funzionalità renale. I valori di creatinina sierica possono essere utilizzati per adeguare la posologia nel singolo caso mediante uno dei seguenti schemi: A) allungamento dell’intervallo fra le dosi, calcolate come per i pazienti con funzionalità renale integra: creatininemia (mg/100 ml)x8 = intervallo in ore fra le dosi - per es: ad un paziente di 60 kg con un valore di creatininemia 3 mg/100 ml si somministrano 120 mg (2 mg/kg) ogni 24 ore (3x8). B) riduzione delle dosi, dopo una dose iniziale calcolata come per un paziente a funzionalità renale integra: dose iniziale (mg/kg) / creatininemia (mg/100 ml) = dose ridotta ogni 8 ore - per es: dopo una dose iniziale di 120 mg (2 mg/kg), ad un paziente di 60 kg con un valore di creatininemia di 3 mg/100 ml si somministrano 40 mg (120/3) ogni 8 ore. Quest’ultimo schema posologico è particolarmente indicato in pazienti con infezioni sistemiche gravi. Gli schemi di dosaggio sopra riportati servono da guida quando non è possibile ottenere dati relativi alle concentrazioni di netilmicina nel siero. In caso contrario le singole somministrazioni di Zetamicin, alle dosi per pazienti con funzionalità renale integra, devono essere effettuate quando i livelli sierici sono ≤ a 3 mcg/ml.
Emodialisi: nei nefropazienti in trattamento dialitico, la quantità di netilmicina che si elimina dal sangue varia in funzione di diversi fattori, compreso il metodo di dialisi adottato. Un’emodialisi di 8 ore può ridurre le concentrazioni sieriche di Zetamicin del 63%. La dose consigliata alla fine di ciascun trattamento dialitico è per gli adulti 2 mg/kg e per i bambini 2-2,5 mg/kg.
Terapia di associazione: Zetamicin in associazione ad altri antibiotici deve essere somministrato a dosi piene.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook