UniversONline.it

Farmaco: Ramipril+hct Tev | Bugiardino n. 10682 - Foglietto illustrativo n. 10682 - Farmaco Ramipril+hct Tev: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 2,5 + 12,5 14 ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Ramipril+hct Tev

Farmaco: Ramipril+hct Tev | Bugiardino n. 10682

Confezione: 2,5 + 12,5 14

Casa farmaceutica: Teva Italia S.r.l.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Ramipril+hct Tev: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: C09BA05

Principio attivo Ramipril+hct Tev: Ramipril + idroclorotiazide

Gruppo terapeutico: ACE inibitori + diuretici

Scadenza Ramipril+hct Tev: 36 mesi

Temperatura di conservazione: Non superiore a +25°

Indicazioni terapeutiche / effetti Ramipril+hct Tev (2,5 + 12,5 14 )

Trattamento dell’ipertensione essenziale. Ramipril/Idroclorotiazide in associazione a dose fissa è indicato nei pazienti la cui pressione arteriosa non risulta adeguatamente controllata dalla somministrazione di ramipril o di idroclorotiazide in monoterapia.

Posologia / dosaggio Ramipril+hct Tev (2,5 + 12,5 14 )

Adulti: si consiglia la somministrazione dell’associazione a dose fissa Ramipril/Idroclorotiazide solo dopo la titolazione delle dosi dei singoli componenti. E’ possibile aumentare la dose a intervalli di almeno 3 settimane. La dose iniziale consigliata è di 2,5 mg di ramipril e di 12,5 mg di idroclorotiazide. La dose di mantenimento consigliata può essere di 2,5 mg di ramipril e 12,5 mg di idroclorotiazide o di 5 mg di ramipril e 25 mg di idroclorotiazide. La dose massima giornaliera consigliata è di 5 mg di ramipril e 25 mg di idroclorotiazide. Pazienti anziani e pazienti con funzionalità renale compromessa: nei pazienti anziani e nei pazienti con ClCr fra 30 e 60 ml/min le dosi dei singoli componenti ramipril e idroclorotiazide si devono titolare con particolare attenzione prima di somministrare Ramipril/Idroclorotiazide. Se un trattamento diuretico antecedente ha giovato al paziente, è possibile che si manifesti ipotensione sintomatica in seguito alla somministrazione della dose iniziale del prodotto, in particolare nei pazienti con deplezione di sodio (iponatriemia) e/o ipovolemia, a causa del precedente trattamento diuretico. Interrompere quest’ultimo 2 o 3 giorni prima di iniziare il trattamento con Ramipril/Idroclorotiazide; nei pazienti in cui è impossibile interrompere la somministrazione di un diuretico, si deve iniziare il trattamento con ramipril 2,5 mg. La dose di Ramipril/Idroclorotiazide deve essere il più possibile ridotta. La dose massima giornaliera è 5 mg di ramipril e 25 mg di idroclorotiazide. Ramipril/Idroclorotiazide è controindicato per i pazienti che presentano funzionalità renale gravemente compromessa (ClCr <30 ml/min/1,73 m2 di superficie corporea; vedere Controindicazioni). Compromissione della funzione epatica: nei pazienti che presentano una compromissione della funzionalità epatica da lieve a moderata è necessario titolare la dose di ramipril prima di passare a Ramipril/Idroclorotiazide. Si sconsiglia l’uso di Ramipril/Idroclorotiazide nei pazienti che presentano funzionalità epatica gravemente compromessa e/o colestasi. Bambini e adolescenti (di età inferiore a 18 anni): la sicurezza e l’efficacia di Ramipril/Idroclorotiazide nei bambini e negli adolescenti (di età inferiore a 18 anni) non è stata accertata, per cui se ne sconsiglia l’uso.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook