UniversONline.it

Farmaco: Ramipril Ran | Bugiardino n. 10651 - Foglietto illustrativo n. 10651 - Farmaco Ramipril Ran: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 5 mg 14 Capsule ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Ramipril Ran

Farmaco: Ramipril Ran | Bugiardino n. 10651

Confezione: 5 mg 14 Capsule

Casa farmaceutica: Ranbaxy Italia S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Ramipril Ran: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: C09AA05

Principio attivo Ramipril Ran: Ramipril (FU) (DC.IT)

Gruppo terapeutico: ACE inibitori

Scadenza Ramipril Ran: 24 mesi

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Ramipril Ran (5 mg 14 Capsule )

Trattamento dell’ipertensione da lieve a moderata. Insufficienza cardiaca congestizia come terapia aggiuntiva ai diuretici con o senza i glucosidi cardiaci. Il ramipril ha mostrato di ridurre la mortalità quando somministrato a pazienti sopravvissuti all’infarto acuto del miocardio con evidenza clinica di insufficienza cardiaca.

Posologia / dosaggio Ramipril Ran (5 mg 14 Capsule )

Somministrazione orale. Ipertensione: la dose iniziale raccomandata in pazienti non in trattamento con diuretici e senza insufficienza cardiaca congestizia è 1,25 mg di ramipril 1 volta al giorno. La dose deve essere aumentata progressivamente a intervalli di 1-2 settimane, in base alla risposta del paziente, fino a un massimo di 10 mg 1 volta al giorno. Una dose di 1,25 mg darà una risposta terapeutica solo in una minoranza di pazienti. La dose abituale di mantenimento è 2,5-5 mg in singola somministrazione giornaliera. Se la risposta del paziente è ancora insoddisfacente alla dose di 10 mg di ramipril, si raccomanda il trattamento con un’associazione. Nei pazienti in trattamento con diuretici, il diuretico deve essere sospeso 2-3 giorni prima di iniziare la terapia con ramipril per ridurre la probabilità di ipotensione sintomatica. Può essere ripreso più tardi, se necessario. Nei pazienti ipertesi affetti anche da insufficienza cardiaca congestizia, con o senza insufficienza renale, l’ipotensione sintomatica è stata osservata dopo trattamento con ACE inibitori. In questi pazienti la terapia deve iniziare con una dose di 1,25 mg sotto attento controllo medico in ospedale. Insufficienza cardiaca congestizia: dose iniziale raccomandata: in pazienti stabilizzati in terapia diuretica, la dose iniziale è 1,25 mg 1 volta al giorno. In base alla risposta del paziente, la dose può essere aumentata. Si raccomanda che la dose, se aumentata, venga raddoppiata a intervalli di 2-3 settimane. Se è richiesta 1 dose giornaliera di 2,5 mg o più, questa deve essere presa in 1 dose singola o suddivisa in 2 dosi. La dose massima permessa è 10 mg. Al fine di minimizzare la possibilità di ipotensione sintomatica, i pazienti in precedente trattamento con alte dosi di diuretici, devono ridurre la dose di diuretico prima di iniziare la terapia con ramipril. Post infarto miocardico: inizio della terapia: il trattamento deve iniziare in ospedale tra il terzo ed il decimo giorno dopo l’infarto. La dose iniziale è 2,5 mg 2 volte al giorno per 2 giorni. In base alla risposta del paziente alla terapia, la dose può essere aumentata a 5 mg 2 volte al giorno dopo un intervallo di 1-3 giorni. Se la dose iniziale di 2,5 mg non è tollerata, deve essere somministrata una dose di 1,25 mg 2 volte al giorno per 2 giorni prima di aumentarla a 2,5 mg e 5 mg 2 volte al giorno. Se la dose non può essere aumentata a 2,5 mg 2 volte al giorno, il trattamento deve essere interrotto. La dose massima giornaliera è 10 mg. Dose di mantenimento: 2,5-5 mg 2 volte al giorno. Aggiustamento della dose nella compromissione renale: per i pazienti con ClCr > 30 ml/min (creatinina sierica < 165 micromoli/l) è raccomandata la dose usuale di ramipril. Per i pazienti con una ClCr < 30 ml/min (creatinina sierica > 165 micromoli/l) la dose iniziale è 1,25 mg di ramipril 1 volta al giorno e la dose massima 5 mg 1 volta al giorno. Anche nei pazienti con compromissione grave (ClCr <10 ml/min e creatinina sierica 400-650 micromoli/l), la dose iniziale raccomandata è 1,25 mg di ramipril 1 volta al giorno, ma la dose di mantenimento non deve superare i 2,5 mg di ramipril 1 volta al giorno. Dosaggio nella compromissione epatica: nei pazienti con compromissione della funzione epatica il metabolismo del ramipril e di conseguenza la formazione del metabolita bioattivo ramiprilato, è ritardato a causa di una diminuita attività delle esterasi del fegato, risultando in elevati livelli plasmatici di ramipril. Pertanto il trattamento con ramipril in pazienti con compromissione della funzione epatica, deve iniziare alla dose di 1,25 mg 1 volta al giorno sotto attenta supervisione medica. Anziani: si raccomanda cautela nei pazienti anziani con uso concomitante di diuretici, con insufficienza cardiaca congestizia o con insufficienza renale o epatica. La dose deve essere titolata secondo le necessità del controllo della pressione sanguigna. Bambini: il ramipril non è stato studiato nei bambini e pertanto l’uso in questo gruppo di pazienti non è raccomandato. Deve essere ingerito con un bicchiere d’acqua. Il cibo non influenza l’assorbimento del ramipril. Nei pazienti con compromissione epatica la dose massima giornaliera non deve superare i 2,5 mg.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook