UniversONline.it

Farmaco: Ramipril Eg | Bugiardino n. 10636 - Foglietto illustrativo n. 10636 - Farmaco Ramipril Eg: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 2,5 mg 28 Compresse ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Ramipril Eg

Farmaco: Ramipril Eg | Bugiardino n. 10636

Confezione: 2,5 mg 28 Compresse

Casa farmaceutica: EG Laboratori EuroGenerici S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Ramipril Eg: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: C09AA05

Principio attivo Ramipril Eg: Ramipril (FU) (DC.IT)

Gruppo terapeutico: ACE inibitori

Scadenza Ramipril Eg: 24 mesi

Temperatura di conservazione: Non superiore a +25°

Indicazioni terapeutiche / effetti Ramipril Eg (2,5 mg 28 Compresse )

Trattamento dell’ipertensione essenziale. Riduzione della mortalità e della morbilità cardiovascolare in pazienti ad alto rischio con malattia cardiovascolare oppure con diabete di tipo 2 e almeno un ulteriore fattore di rischio (microalbuminuria, pressione alta, colesterolo totale alto, colesterolo HDL basso, fumo). Riduzione della mortalità cardiovascolare in pazienti con insufficienza cardiaca da lieve a moderata dopo la fase acuta di un infarto del miocardio.

Posologia / dosaggio Ramipril Eg (2,5 mg 28 Compresse )

La dose deve essere adattata individualmente. Le compresse Ramipril Eurogenerici devono essere ingerite con almeno mezzo bicchiere d’acqua. Le compresse possono essere divise in parti uguali. Trattamento dell’ipertensione essenziale: la dose abituale giornaliera corrisponde a 2,5-5 mg di ramipril da somministrare in dose singola. Inizialmente si devono somministrare 2,5 mg. La dose giornaliera non deve superare 10 mg. In caso di necessità, è possibile adattare la dose dopo 2-3 settimane di trattamento. Se la risposta del paziente alla dose di 5-10 mg/die non è soddisfacente, si raccomanda l’associazione con altri antiipertensivi, come i diuretici risparmiatori di potassio o i calcio antagonisti. Dopo il trattamento con ACE inibitori è stata osservata ipotensione sintomatica in pazienti con insufficienza cardiaca congestizia, associata o meno a insufficienza renale. In questi pazienti il trattamento deve essere iniziato in ospedale, sotto stretto controllo medico e con una dose pari a 1,25 mg. Riduzione della mortalità e morbilità cardiovascolare in pazienti ad alto rischio con malattia cardiovascolare oppure con diabete mellito di tipo 2 e fattori addizionali di rischio: la dose iniziale raccomandata è 1,25-2,5 mg 1 volta al giorno. A seconda della tollerabilità la dose può essere raddoppiata in un intervallo di almeno 3 settimane. La dose giornaliera di mantenimento è 5 mg. La dose massima giornaliera è 10 mg. Riduzione della mortalità cardiovascolare in pazienti con insufficienza cardiaca da lieve a moderata dopo la fase acuta di un infarto del miocardio: il trattamento dell’insufficienza cardiaca dopo infarto del miocardio deve essere iniziata non prima di 3 giorni dopo l’infarto. Una dose iniziale adeguata è 1,25-2,5 mg 2 volte al giorno e il trattamento deve essere iniziato sotto stretto monitoraggio della pressione sanguigna e della funzione renale. La dose deve essere aumentata dopo almeno 2 giorni a 2,5-5 mg 2 volte al giorno e si deve mirare a raggiungere la dose finale di 5 mg 2 volte al giorno. Pazienti in cura con diuretici: in caso di trattamento con diuretici e concomitante ACE inibitore, c’è il rischio di ipotensione sintomatica, specialmente in presenza di contemporanea insufficienza cardiaca, alte dosi di diuretico, iponatremia e in pazienti anziani. Ove possibile il diuretico dovrebbe essere interrotto 2-3 giorni prima di iniziare il trattamento con il ramipril. Se si tratta di un diuretico ad azione prolungata, il trattamento diuretico deve essere interrotto anche prima. Se non è possibile interrompere il diuretico, la terapia deve essere iniziata con 1,25 mg di ramipril. La posologia successiva dovrà essere adattata in funzione della risposta pressoria. Pazienti con compromissione della funzionalità renale: nei pazienti con compromissione della funzionalità renale (ClCr tra 20 e 50 ml/min/1,73 m2) è raccomandata una dose iniziale di 1,25 mg di ramipril, mentre la dose massima giornaliera non deve superare 5 mg di ramipril 1 volta al giorno. Nei pazienti con ClCr <20 ml/min/1,73 m2, è raccomandata una dose iniziale di 1,25 mg di ramipril ogni due giorni, mentre la dose massima giornaliera non deve superare 2,5 mg di ramipril 1 volta al giorno. Nei pazienti con valori idrosalini anormali non adeguatamente corretti, con grave ipertensione, nei pazienti in cui una reazione ipotensiva possa rappresentare un rischio particolare (ad es. stenosi delle arterie coronariche o cerebrali) oppure in pazienti anziani, si deve prendere in considerazione una dose iniziale ridotta a 1,25 mg/die. Pazienti con compromissione della funzionalità epatica: riguardo ai pazienti con compromissione della funzionalità epatica si veda Avvertenze speciali e precauzioni d’impiego nel RCP. Uso nei pazienti anziani: il dosaggio deve essere in linea con la funzione renale del paziente anziano. Uso pediatrico: l’efficacia e la sicurezza di impiego non sono state accertate nei bambini. Pertanto l’uso nei bambini è sconsigliato.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook