UniversONline.it

Farmaco: Ketorolac San | Bugiardino n. 07156 - Foglietto illustrativo n. 07156 - Farmaco Ketorolac San: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 30 mg / ml 3 Fiale ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Ketorolac San

Farmaco: Ketorolac San | Bugiardino n. 07156

Confezione: 30 mg / ml 3 Fiale

Casa farmaceutica: Sandoz S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Ketorolac San: RNR - medicinale soggetto a ricetta medica da rinnovare di volta in volta

ATC: M01AB15

Principio attivo Ketorolac San: Ketorolac (sale di trometamolo)

Gruppo terapeutico: Analgesici FANS

Scadenza Ketorolac San: 24 mesi

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Ketorolac San (30 mg / ml 3 Fiale )

Gocce orali: trattamento a breve termine (massimo 5 giorni) del dolore post operatorio di grado moderato. Soluzione iniettabile: somministrato per via intramuscolare o endovenosa: trattamento a breve termine (massimo 2 giorni) del dolore acuto post operatorio di grado moderato-severo. Nei casi di chirurgia maggiore o di dolore molto intenso ketorolac somministrato endovena può essere usato quale complemento a un analgesico oppiaceo. Trattamento del dolore dovuto a coliche renali.

Posologia / dosaggio Ketorolac San (30 mg / ml 3 Fiale )

Gocce orali: attenzione: la durata di trattamento non deve superare i 5 giorni. Adulti: la dose somministrata deve essere la più bassa dose efficace in relazione alla severità del dolore e alla risposta del paziente. La dose raccomandata negli adulti è di 10 mg (pari a 10 gocce di soluzione), secondo necessità, ogni 4-6 ore fino ad un massimo di 40 mg/die. Nel giorno di passaggio dalla terapia parenterale a quella orale, non deve essere superata la dose totale giornaliera di 90 mg, ricordando che la dose orale massima non deve superare i 40 mg. La dose deve essere adeguatamente ridotta nei soggetti con peso inferiore a 50 kg. Anziani (≥ 65 anni): nel paziente anziano la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico, che dovrà valutare un’eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati. La formulazione gocce orali è particolarmente indicata nei pazienti con difficoltà di deglutizione. Bambini: la sicurezza e l’efficacia nei bambini non è stata stabilita. L’uso del farmaco è pertanto controindicato al di sotto di 16 anni (vedere Controindicazioni).
Soluzione iniettabile: attenzione: la soluzione iniettabile contiene etanolo pertanto non deve essere utilizzata per via epidurale o intratecale. Per via parenterale la durata della terapia non deve superare i 2 giorni in caso di somministrazione in bolo e 1 giorno in caso di infusione continua. La dose somministrata deve essere la più bassa dose efficace in relazione alla severità del dolore e alla risposta del paziente. Somministrazione intramuscolare: adulti: si consiglia negli adulti di iniziare con la dose di 10 mg, seguita da dosi di 10-30 mg da ripetersi ogni 4-6 ore, secondo necessità, fino ad un massimo di 90 mg/die, utilizzando la dose minima efficace. La durata della terapia non deve superare i 2 giorni. Nel giorno di passaggio dalla terapia parenterale a quella orale, non deve essere superata la dose totale giornaliera di 90 mg, ricordando che la dose orale massima non deve superare i 40 mg. La dose deve essere adeguatamente ridotta nei soggetti con peso inferiore a 50 kg. Anziani (≥65 anni): nel paziente anziano la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico, che dovrà valutare un’eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati. Nei pazienti anziani la dose massima giornaliera non deve comunque superare i 60 mg/die. Bambini: la sicurezza e l’efficacia nei bambini non è stata stabilita. L’uso del farmaco è pertanto controindicato al di sotto di 16 anni. Somministrazione endovenosa: l’uso endovenoso del preparato è riservato agli ospedali e alla case di cura. Adulti: in situazioni caratterizzate da dolore acuto intenso (come ad esempio nella terapia d’attacco del dolore post operatorio) è consigliata una dose iniziale di 10 mg, seguita da dosi di 10-30 mg che possono essere ripetute, in caso di necessità, dopo 4-6 ore, utilizzando la dose minima efficace. Se necessario il trattamento può proseguire ad intervalli maggiori; non deve comunque essere superata la dose giornaliera di 90 mg. Anziani (≥ 65 anni): nei pazienti anziani la dose massima giornaliera non deve comunque superare i 60 mg/die. Bambini: la sicurezza e l’efficacia nei bambini non è stata stabilita. L’uso del farmaco è pertanto controindicato al di sotto di 16 anni. Coliche renali: la posologia consigliata è 1 fiala da 30 mg per somministrazione intramuscolare o endovenosa.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook