UniversONline.it

Farmaco: Kayexalate | Bugiardino n. 07102 - Foglietto illustrativo n. 07102 - Farmaco Kayexalate: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 100 mg / g os 454 g ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Kayexalate

Farmaco: Kayexalate | Bugiardino n. 07102

Confezione: 100 mg / g os 454 g

Casa farmaceutica: Sanofi-Aventis S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Kayexalate: RRL11 - medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, vendibile al pubblico su prescrizione di centri ospedalieri o di specialisti: Medicina interna, Nefrologia, Cardiologia

ATC: V03AE01

Principio attivo Kayexalate: Sodio polistirensulfonato

Gruppo terapeutico: Antidoti, insufficienza renale

Scadenza Kayexalate: 48 mesi

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Kayexalate (100 mg / g os 454 g )

Trattamento sintomatico dell’iperpotassiemia. Il trattamento è consigliato nei pazienti nei quali l’iperpotassiemia dipende da insufficienza renale acuta.

Posologia / dosaggio Kayexalate (100 mg / g os 454 g )

La dose media per l’adulto varia da 15 a 60 g di resina. Questa si ottiene somministrando 15 g di Kayexalate (un misurino) da una a quattro volte al giorno. 1 g di Kayexalate contiene 4,1 mEq di sodio; un cucchiaio da thè raso contiene circa 3,5 g di Kayexalate e 15 mEq di sodio. Un cucchiaio da thè colmo può contenere fino a 10-12 g di Kayexalate. Poiché l’efficienza in vivo delle resine a scambio sodio-potassio è di circa il 33%, circa un terzo del reale contenuto di sodio della resina viene messo a disposizione dell’organismo. Nei bambini più piccoli e nei lattanti sembrerebbe consigliabile impiegare dosi corrispondentemente minori, basando il calcolo sul rapporto di scambio di 1 mEq di potassio per grammo di resina. Ciascuna dose deve essere somministrata come sospensione in una piccola quantità d’acqua o, per renderla più appetibile, in sciroppo. La quantità di liquido di solito varia da 20 a 100 ml in base alla dose o più semplicemente può essere determinata aggiungendo da 3 a 4 ml di acqua per grammo di resina. Si può somministrare sorbitolo per combattere la stitichezza. La resina può essere introdotta nello stomaco attraverso un sondino e, se si vuole, può essere mischiata con una dieta appropriata per pazienti con insufficienza renale. La resina può essere somministrata, anche se con risultati meno efficaci, in un clistere quotidiano, consistente, negli adulti, in una dose di 30 g una o due volte al giorno. Ciascuna dose viene somministrata come un’emulsione in 150-200 ml di veicolo acquoso a temperatura corporea, come acqua semplice, destrosio al 10% o parti uguali di acqua e sospensione di metilcellulosa al 2%. L’emulsione deve essere agitata delicatamente durante la somministrazione. Il clistere deve essere ritenuto se possibile per 4-10 ore e seguito da un clistere di pulizia. In seguito, allo scopo di allontanare la resina, si irriga il colon con una soluzione priva di sodio, riscaldata alla temperatura corporea; possono essere necessari due litri di soluzione di pulizia. Il liquido di lavaggio che refluisce viene allontanato in continuazione attraverso un tubo a Y. La durata della terapia dipende dalla gravità e dalla resistenza dell’iperkaliemia. Kayexalate non deve essere riscaldato oltre i 37°C perché il riscaldamento può alterare le proprietà di scambio della resina.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook