UniversONline.it

Farmaco: Fungizone | Bugiardino n. 05594 - Foglietto illustrativo n. 05594 - Farmaco Fungizone: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 50 mg iv 1 Flacone 10 ml ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Fungizone

Farmaco: Fungizone | Bugiardino n. 05594

Confezione: 50 mg iv 1 Flacone 10 ml

Casa farmaceutica: Bristol-Myers Squibb S.r.l.

Classe farmaceutica: H

Ricetta Fungizone: OSP1 - medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile - vietata la vendita al pubblico

ATC: J02AA01

Principio attivo Fungizone: Amfotericina B (FU) (DC.IT)

Gruppo terapeutico: Antimicotici, Antileishmaniosi

Scadenza Fungizone: 24 mesi

Temperatura di conservazione: Da +2° a +8°

Indicazioni terapeutiche / effetti Fungizone (50 mg iv 1 Flacone 10 ml )

Trova specifica indicazione nel trattamento delle infezioni micotiche disseminate comprendenti la coccidioidomicosi, la criptococcosi (torulosi), la moniliasi disseminata, potenzialmente gravi e progressive (non va usata per micosi non invasive), l’istoplasmosi, la leishmaniosi sudamericana e la blastomicosi nord e sudamericana (come seconda scelta)..

Posologia / dosaggio Fungizone (50 mg iv 1 Flacone 10 ml )

Fungizone (amfotericina B) deve essere somministrato mediante fleboclisi lenta entro un periodo di tempo compreso approssimativamente fra le 2 e le 6 ore (in base alla dose somministrata), con le abituali precauzioni osservate per la terapia endovenosa. La concentrazione consigliata per la fleboclisi è di 0,1 mg/ml (1 mg/10 ml). Poichè la tolleranza all’amfotericina B varia da individuo a individuo, il dosaggio va stabilito in base alla necessità del singolo paziente (sede dell’infezione, agente eziologico, ecc). Il trattamento deve essere istituito con una dose giornaliera di 0,25 mg/kg di peso corporeo (in 2-6 ore) che poi si aumenta gradualmente fino a raggiungere un dosaggio ottimale. Sebbene non sia stato provato essere un metodo attendibile per svelare un’intolleranza, la somministrazione di una dose iniziale (1 ml in 20 ml di soluzione di destrosio al 5%) ev in 20-30 minuti dovrebbe essere preferita. La temperatura, il polso, la respirazione e la pressione saranno controllate ogni 30 minuti per 2-4 ore. I pazienti in buone condizioni cardiopolmonari con infezione fungina grave e rapidamente ingravescente, che hanno tollerato la dose iniziale senza gravi reazioni possono ricevere 0,3 mg/kg di amfotericina B endovena in 2-6 ore. Si consiglia una seconda dose più piccola (es. 5-10 mg) in quei pazienti con disfunzione cardiopolmonare o una reazione grave alla dose test. Il dosaggio può dunque essere aumentato di 5-10 mg al giorno fino al dosaggio finale di 0,5-1 mg/kg. Il dosaggio giornaliero totale può, in genere, aggirarsi su un livello di 1 mg/kg di peso corporeo (o di 1,5 mg/kg a giorni alterni) con infezioni severe causate da patogeni meno suscettibili. Avvertenza: in nessun caso si deve superare un dosaggio giornaliero totale di 1,5 mg/kg di peso corporeo. Un sovradosaggio da amfotericina B può produrre un arresto cardiorespiratorio (vedere nel foglietto illustrativo paragrafo Sovradosaggio). Il trattamento delle micosi profonde può durare da 6 a 12 settimane o più.
Moniliasi: nelle infezioni disseminate o profonde, le dosi usuali vanno da 0,4 a 0,6 mg/kg/die per 4 settimane o più. In dipendenza dalla severità dell’infezione possono essere necessari dosaggi fino a 1 mg/kg. Il trattamento prosegue fino al miglioramento clinico e può essere necessario somministrare dosi complessive di 2-4 g negli adulti. Dosaggi più bassi (0,3 mg/kg) possono essere impiegati in circostanze speciali, per esempio nelle esofagiti da Candida, resistenti alla terapia locale e nell’impiego concomitante con altri antifungini.
Criptococcosi: il trattamento della criptococcosi con Fungizone nei pazienti non immunocompromessi richiede di norma dosi di 0,3 mg/kg/die per periodi di circa 4-6 settimane o fino a che le colture settimanali risultino negative per un mese. Nei pazienti immunosoppressi e/o con meningite, l’amfotericina B può essere data in combinazione con altri antifungini per 6 settimane, con dosaggi che possono essere aumentati in pazienti gravemente ammalati o in quelli che ricevono il farmaco da solo. Nei pazienti con meningite criptococcica e AIDS, può essere necessario impiegare dosi più elevate (0,7-0,8 mg/kg/die) e per un periodo più lungo, fino a 12 settimane. Nei pazienti con AIDS con colture negative dopo un ciclo di trattamento, può essere considerata una terapia cronica soppressiva, es. 1 mg/kg per settimana.
Coccidioidomicosi: nella coccidioidomicosi primaria che richiede un trattamento, Fungizone deve essere impiegato a dosi di 1 mg/kg/die fino ad un massimo di 1,5 mg/kg/die, per una dose cumulativa da 0,5 a 2,5 g negli adulti, in relazione alla severità del sito dell’infezione. Nelle meningiti coccidioidali, può essere richiesta la somministrazione sistemica o intratecale come descritto nei riferimenti standard.
Blastomicosi: nei pazienti gravemente malati con blastomicosi, Fungizone è raccomandato a dosaggi compresi tra 0,3 e 1 mg/kg/die fino a una dose complessiva di 1,5-2,5 g negli adulti.
Istoplasmosi: nell’istoplasmosi cronica polmonare o disseminata, si raccomandano dosaggi compresi tra 0,5 e 1 mg/kg/die fino ad una dose complessiva di 2-2,5 g negli adulti.
Durata del trattamento: Secondo prescrizione medica.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook