UniversONline.it

Farmaco: Depakin | Bugiardino n. 03370 - Foglietto illustrativo n. 03370 - Farmaco Depakin: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 200 mg / ml os 40 ml ]

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Depakin

Farmaco: Depakin | Bugiardino n. 03370

Confezione: 200 mg / ml os 40 ml

Casa farmaceutica: Sanofi-Aventis S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Depakin: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: N03AG01

Principio attivo Depakin: Sodio valproato (FU)

Gruppo terapeutico: Antiepilettici

Scadenza Depakin: 36 mesi

Temperatura di conservazione: Non superiore a +25°

Indicazioni terapeutiche / effetti Depakin (200 mg / ml os 40 ml )

Trattamento dell’epilessia generalizzata, in particolare in attacchi di tipo: assenza, mioclonico, tonico-clonico, atonico, misto e nell’epilessia parziale: semplice o complessa, secondariamente generalizzata. Nel trattamento di sindromi specifiche (West, Lennox-Gastaut).

Posologia / dosaggio Depakin (200 mg / ml os 40 ml )

prima di iniziare la terapia con Depakin tenere presente che: in pazienti non trattati con altri farmaci antiepilettici, la posologia va preferibilmente aumentata per stadi successivi di 2-3 giorni, per raggiungere quella ottimale nel giro di 1 settimana circa. In pazienti già in trattamento con farmaci antiepilettici, la sostituzione con valproato deve essere graduale, raggiungendo la posologia ottimale in circa 2 settimane. I trattamenti concomitanti saranno progressivamente ridotti fino a essere interrotti. L’aggiunta di un altro agente antiepilettico, ove sia necessario, va fatta gradualmente (vedere Interazioni). La posologia giornaliera deve essere stabilita in base all’età ed al peso corporeo; tuttavia deve anche essere presa in considerazione la sensibilità individuale al valproato. La posologia ottimale deve essere determinata essenzialmente in base alla risposta clinica; la determinazione dei livelli plasmatici di acido valproico può essere presa in considerazione a complemento del monitoraggio clinico, quando non si arrivi ad ottenere un adeguato controllo degli attacchi o quando vi sia il sospetto di effetti indesiderati. Le concentrazioni sieriche generalmente ritenute terapeutiche sono comprese tra 40 e 100 mg/l (300-700 µmol/litro) di acido valproico. Solitamente la posologia giornaliera iniziale è di 10-15 mg/Kg, quindi le dosi vanno progressivamente aumentate fino a raggiungere la posologia ottimale che generalmente va dai 20 ai 30 mg/Kg. Tuttavia, quando non si ottiene un adeguato controllo degli attacchi con questa posologia, le dosi possono essere aumentate ancora; i pazienti devono essere tenuti sotto stretto controllo quando sono trattati con dosi giornaliere maggiori di 50 mg/Kg (vedere Avvertenze speciali e opportune precauzioni d’impiego nel RCP) in particolare: nei bambini, la posologia usuale è di circa 30 mg/Kg/die. Negli adulti, la posologia usuale va dai 20 ai 30 mg/Kg/die. Negli anziani, sebbene i parametri farmacocinetici del valproato siano modificati, tali modifiche sono di significato clinico limitato e la posologia deve essere determinata in funzione della risposta clinica (controllo delle crisi epilettiche). Deve essere somministrato preferibilmente durante i pasti: la soluzione deve essere assunta con acqua non gasata.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook