UniversONline.it

Il cervello delle donne funziona meglio nei tempi brevi - In un arco di tempo breve il cervello delle donne sembra essere più veloce nel trovare delle soluzioni rispetto a quello degli uomini

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Il cervello delle donne funziona meglio nei tempi brevi

Il cervello delle donne funziona meglio

In un arco di tempo breve il cervello delle donne sembra essere più veloce nel trovare delle soluzioni rispetto a quello degli uomini. Lo studio che ha portato a questa conclusione è stato coordinato da due ricercatori della Vanderbilt University, Stephen Camarata e Richard Woodcock, la ricerca durata circa 4 anni, dal 1997 al 2001, ha coinvolto ottomila persone di entrambi i sessi comprese fra un'età di 2 e 90 anni.

Osservando i risultati relativi allo studio pubblicati sulla rivista americana "Intelligence", i ricercatori evidenziano che le capacità intellettuali fra i due sessi sono simili ma si riscontra una netta prevalenza delle donne in quelle situazioni dove il cervello è costretto a lavorare in un tempo prestabilito e limitato, questa differenza è risultata particolarmente marcata soprattutto nella fase preadolescenziale e negli adolescenti.

Secondo i ricercatori, questo aspetto è molto importante e andrebbe preso in considerazione dagli insegnanti in quelle situazioni dove bisogna valutare gli studenti. Nella maggior parte dei casi si effettuano dei test o delle interrogazioni dove il tempo è un elemento influente nello svolgimento della prova. Per poter dare una valutazione equilibrata, soprattutto quando vengono messi a confronto maschi e femmine, bisognerebbe tenere in considerazione queste differenze ed esaminare l'abilità di una persona in situazioni diverse dove ad esempio il tempo non sia un elemento cruciale del test.

Una delle conclusioni a cui sono arrivati gli studiosi è che in linea di massima si riscontrano dei risultati scolastici migliori per le donne proprio perché la maggior parte dei test e delle interrogazioni si svolgono sotto la pressione del tempo.

Camarata evidenzia come la velocità di elaborazione non è relativa ad esempio ai tempi di reazione o all'abilità di giocare ai videogame, ma è piuttosto la capacita di portare a termine in modo efficiente ed accurato un compito di moderata difficoltà in un arco di tempo prestabilito.

Attraverso un confronto delle varie fasce di età si è notato che i bambini dell'asilo presentano delle capacità di elaborazione molto simili, man mano che crescono e si osservano i dati relativi a elementari, medie e superiori, le ragazze mostrano un efficienza maggiore registrando di conseguenza dei risultati migliori nei compiti scolastici.

Anche se i maschi hanno ottenuto in linea di massima dei punteggi più bassi nei test adibiti a misurare la velocità di elaborazione, sotto altri punti di vista si sono riscontrate delle capacità più sviluppate come ad esempio le abilità verbali, la conoscenza dei sinonimi e delle analogie verbali, un aspetto che smentisce l'idea diffusa che vuole le femmine più precoci nello sviluppo della comunicazione.

Le ricerche verranno ora approfondite e si esaminerà l'attività celebrale attraverso l'ausilio della risonanza magnetica, in questo modo gli esperti sperano di capire quali aree del cervello sono maggiormente coinvolte quando si è costretti a ragionare con i minuti contati.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook