UniversONline.it

Siringhe troppo corte per chi ha qualche kg in più - Salute: Da una ricerca emerge un altro problema legato all'obesità, gli aghi delle siringhe convenzionali sono troppo corti per quei pazienti che hanno...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Siringhe troppo corte per chi ha qualche kg in più

Siringhe troppo per i grassi

Da una ricerca emerge un altro problema legato all'obesità, gli aghi delle siringhe convenzionali sono troppo corti per quei pazienti che hanno qualche chilo di troppo, in particolar modo sul sedere.

Gli aghi delle siringhe che si trovano in commercio, non riescono ha svolgere il loro compito. In certi casi, le sostanze che vengono iniettate nei pazienti, essendo gli aghi troppo corti, finiscono nei cuscinetti di grasso causando effetti collaterali come irritazione e infezioni. Inoltre, il quantitativo di medicinale che dovrebbe raggiungere l'area prestabilita, è molto inferiore.

Lo studio, presentato al congresso del Radiological Society of North America, è stato condotto dai ricercatori irlandesi dell'Ospedale Adelaide and Meath di Dublino.

I test sono stati condotti su 50 pazienti, 25 donne e 25 uomini compresi fra un'età di 21 e 87 anni. Due terzi dei pazienti che hanno preso parte alla ricerca, non hanno ricevuto tutta la dose del medicinale, parte di questa è stata assorbita dal tessuto grasso dei glutei.

Le iniezioni sui glutei sono particolarmente indicate quando bisogna iniettare il medicinale per via intramuscolare in quanto quest'area è relativamente povera di vasi sanguigni, ossa e nervi. Nel caso in cui c'è un eccesso di grasso sulle natiche, si perde buona parte dell'efficacia del medicinale iniettato.

A subire maggiormente queste controindicazioni legate all'obesità sono le donne, su 25 pazienti solo 2 sono riuscite a ricevere la giusta dose del farmaco, questo perché l'area interessata e uno dei maggiori punti dove l'organismo femminile deposita i grassi.

Anche se il modo migliore per poter iniettare il quantitativo giusto del farmaco sarebbe la perdita di peso, i ricercatori evidenziano la necessità di creare degli aghi più lunghi che consentirebbero in questi particolari casi di arrivare al muscolo della natica.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook