UniversONline.it

NUMERO 21 nella Smorfia Napoletana - Quale è il significato del numero 21 nella Smorfia Napoletana: La donna nuda ('A femmena annura)

Continua
Universonline su Facebook

Cosa è associato al numero 21 nella Smorfia napoletana?

La donna nuda ('A femmena annura) corrisponde al numero 21, associazione che può essere usata per animare il gioco della tombola o giocare al Lotto nel caso si voglia interpretare un sogno con la cabala.

Significato del numero 21: La donna nuda

Il numero 21, che succede il numero 20 (La festa) e precede il numero 22 (Il pazzo), è rappresentato dalla donna nuda. Questo simbolo, nei sogni, può essere ricondotto alla bellezza interiore, metaforicamente può però anche essere inteso come "mettersi a nudo": svelare, rivelare qualcosa nella sua effettiva natura.

Analisi etimologica delle parole napoletane

‘A femmena annura, la donna nuda in italiano, intesa come emblema della prorompente bellezza e non come atto impudico. Nell’immaginario collettivo partenopeo la donna nuda è in ogni caso uno spettacolo bello ed apprezzabile; è da notare che nella smorfia il numero che connota questa donna nuda sia appunto il 21 quello che segue il numero 20 che indica la festa essendo intesa la donna nuda quasi un naturale ed adeguato completamento della predetta festività.

Etimologicamente femmena è dal latino femina(m), voce connessa con fecundus "fecondo"; normale il raddoppiamento popolare della m in parola sdrucciola; annura è il femminile di annuro che è da ad+nudus, parola nella quale la prima d ha subito l’assimilazione progressiva nd => nn, mentre la seconda d ha subito la tipica rotacizzazione mediterranea per cui d => r.

Con il numero 21 si indicò un tempo anche il barbiere e l’anello con pietra preziosa; anche in questo caso è possibile, benché non sia semplice, cogliere l’accostamento della donna nuda con il barbiere o l’anello con pietra preziosa. Il primo accostamento lo si coglie pensando che un tempo a Napoli molte botteghe di barberie non erano condotte non da uomini, ma da donne abbastanza procaci e con abbigliamenti con profonde scollature tali da permettere la visione dell’anatomia femminile; più complicato trovare l’accostamento della donna nuda con l’anello con pietra preziosa; accostamento da cogliere tenendo presente il fatto che temporibus illis, la donna per dare accesso anche alla sola visione delle proprie grazie esigeva congrue contropartite rappresentate spesso da gioielli.

Note sul contributo all'etimologia della "lingua napoletana"

Correlazione del numero 21 con altre smorfie e cabale

Smorfia tradizionale (toscana):
Barbiere
Smorfia romana:
Anello
Smorfia genovese:
Barbiere
La cabala del cappuccino:
Ritrovo ancor la ventina


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook