UniversONline.it

Ansia e paura potrebbero dipendere da un ormone - Psicologia - Paura, attacchi di panico e ansia potrebbero essere influenzati anche da livelli troppo elevati di un particolare ormone prodotto dal...

Continua
Universonline su Facebook

Ansia e paura potrebbero dipendere da un ormone

Ansia e paura: potrebbero dipendere da un ormone

Paura, attacchi di panico e ansia potrebbero essere influenzati anche da livelli troppo elevati di un particolare ormone prodotto dal nostro organismo, l'aldosterone. A questa conclusione sono arrivati alcuni ricercatori dell'Università di Padova dopo aver tenuto sotto osservazione un gruppo di pazienti che presentavano dei livelli di aldosterone superiori alla norma. I dettagli della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica statunitense Psychotherapy and Psychosomatics (Settembre 2006).

Nicoletta Sonino, ricercatrice universitaria presso l'Università di Padova, spiega che grazie ad uno studio pilota compiuto su un gruppo di pazienti affetti da iperaldosteronismo primario, malattia conosciuta più comunemente come sindrome di Conn, una patologia delle ghiandole surrenali caratterizzata da un eccesso di produzione dell'ormone aldosterone, si è scoperto un interessante legame tra la molecola e alcuni disturbi dell'umore come ansia e panico.

Successivamente i ricercatori hanno approfondito lo stato clinico dei pazienti verificando attraverso l'ausilio di test standard usati in psichiatria l'eventuale presenza di disturbi dell'umore, una psicopatologia riconosciute dal D.S.M.IV, un manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali.

Confrontando i dati relativi alla popolazione con quelli raccolti durante la ricerca, si nota che statisticamente le persone che presentano dei livelli più alti di aldosterone hanno una probabilità maggiore di soffrire di ansia e panico, inoltre, sono emersi casi di disturbo ossessivo-compulsivo, umore irritabile e molti casi di demoralizzazione.

In precedenza altri studi condotti su alcune cavie avevano evidenziato l'esistenza di un legame tra ansia e la famiglia degli ormoni corticosteroidi, della quale fanno parte sia l'ormone dello stress (il cortisolo) sia lo stesso aldosterone. Quest'ultimo ormone, prodotto dalle ghiandole surrenali, è il più importante regolatore dell'equilibrio idro-eletrolitico dell'organismo, e quindi della pressione arteriosa, anche se recentemente ne sono stati descritti effetti diretti sull'apparato cardiovascolare. L'aldosterone circola in parte legato a proteine, ma in buona parte (40 per cento) è libero.

La Sonino, in conclusione dell'articolo pubblicato sul Psychotherapy and Psychosomatics, evidenzia quindi l'alta probabilità di un possibile legame fra i disturbi d'ansia e l'ormone aldosterone anche se evidenzia che per avere una conferma definitiva bisognerà condurre ulteriori studi su un campione più ampio di pazienti.

Casi di panico improvviso, ansie eccessive, paura ingiustificata, possono rendere complicata la vita delle persone interferendo sulla libertà di vivere normalmente anche normali situazioni quotidiane, grazie alla scoperta dei ricercatori italiani in futuro si potranno realizzare nuovi trattamenti più efficaci con un notevole miglioramento per i soggetti che ne sono affetti.


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Altri articoli correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook