UniversONline.it

Astronomia : Pioneer 10 a Terra ... - Pioneer 10 a Terra ... - La svolta avvenuta dopo settimane di tentativi di agganciare il flebile segnale del Pioneer

Continua
Universonline su Facebook

Pioneer 10 a Terra ...

Immagine Pioneer 10

Da otto mesi e mezzo il Pioneer 10 non dava cenni di vita, ritornato ancora una volta in contatto con il centro di comando terrestre. I controlli di terra hanno percepito i segnali della sonda il 28 Aprile per circa 90 minuti, durante un tentativo di tracciamento con la parabola ricevente della NASA, del diametro di 70 metri, installata in Spagna. Il richiamo a lunga distanza giunto "melodioso come mai ci saremo aspettati - un segnale forte e chiaro" ci racconta Lawrence Lasher, direttore del progetto Pioneer all'Ames Research Center, in California.

La svolta avvenuta dopo settimane di tentativi di agganciare il flebile segnale del Pioneer semplicemente mettendosi in ascolto. Lasher convinto ora che la sonda non possa mantenere una frequenza di trasmissione stabile ancora a lungo. Per aggirare questo problema, la stazione spagnola ha inviato un segnale in singola frequenza, che rimbalzato quindi verso la Terra (dopo un viaggio di andata e ritorno di 21.8 ore). I controlli di terra hanno utilizzato gli stessi schemi di comunicazione bilaterale di quando, nell'Agosto 2000, hanno perduto il segnale del Pioneer. Tenersi in contatto con la sonda, vecchia 29 anni, diventato difficile a causa dell'enorme distanza, 11,7 miliardi di chilometri dalla terra, e perch la potenza di bordo della sonda a mala pena sufficiente per alimentare il trasmettitore da 8 watt. Bench la missione sia ufficialmente terminata nel 1997, il Pioneer 10 non stato del tutto abbandonato poich gli scienziati dell'Ames stanno sfruttando il sempre pi debole segnale radio per sperimentare un nuovo metodo di tracciamento basato sulla teoria del caos.

Lasher ha progettato altre sessioni di comunicazione per le prossime settimane, cos da valutare le condizioni del Pioneer 10 e inviare nuove istruzioni dal centro di comando. Lo scorso anno la guida da terra della sonda ha subito una battuta d'arresto con il guasto dell'ultimo dei vecchi calcolatori PDP, il che ha complicato gli sforzi per mantenere l'antenna del Pioneer puntata verso la Terra. Ma ora la sequenza critica dei comandi stata trasferita ad un calcolatore moderno. "Siamo nuovamente in affari" ha detto Lasher. Secondo James A. Van Allen, il cui telescopio con tubo Geiger l'unico esperimento che ancora ci invia dei dati, il Pioneer 10 potrebbe raggiungere il confine che delimita il vero spazio interstellare entro pochi anni. Persino nonostante le probabilit siano scarse, i due scienziati sperano che la sonda possa essere ancora abbastanza efficiente da annunciare il suo arrivo in quei luoghi lontani.

null


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Altri articoli correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook