UniversONline.it

Si può diventare celiaci? - Fra le intolleranze alimentari la celiachia è quella che porta a rinunciare a più cibi, una patologia che non sempre si ha dalla nascita ma si può sviluppare...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Si può diventare celiaci?

Si può diventare celiaci?

Fra le intolleranze alimentari la celiachia è quella che porta a rinunciare a più cibi, una patologia che non sempre si ha dalla nascita ma si può sviluppare anche in età adulta. Negli ultimi quindici anni sono raddoppiati i casi di celiachia, un fenomeno che non è passato inosservato se si considera che oggi sul mercato sono presenti numerosi alimenti senza glutine e sempre più pizzerie e ristoranti che hanno un occhio di riguardo per i celiaci.

In base ai dati raccolti nel corso di un ampio studio epidemiologico condotto dai ricercatori del Center for Celiac Research dell'università di Baltimora in collaborazione con l'Università Politecnica delle Marche di Ancona, la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health di Baltimora, il Women and Children's Hospital di Buffalo ed il Quest Diagnostics Inc. di San Juan Capistrano in California, negli ultimi quindici anni sono raddoppiate i casi di celiachia fra gli over 60. Per arrivare a queste conclusioni gli studiosi hanno confrontato i campioni di sangue raccolti nel 1974, di circa 3500 cittadini americani, con altri prelevati nel 1989. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sugli Annals of Medicine (Settembre 2010).

Alessio Fasano, condirettore del Center for Celiac Research e coordinatore dello studio, spiega che il numero di persone diventate celiache è raddoppiato in questi quindici anni passando da un caso su 501 nel 1974 a uno ogni 219 nel 1989. Carlo Catassi, che insieme ad Alessio Fasano dirige il Center for Celiac Research, evidenzia che i dati raccolti mostrano che all'aumentare dell'età l'incidenza di celiachia cresce in parallelo. I nuovi risultati confermano i dati raccolti precedentemente in uno studio finlandese secondo il quale la frequenza di celiachia negli anziani è almeno due volte e mezzo superiore rispetto a quella della popolazione generale.

Se fino a qualche tempo fa si era quasi sicuri che la perdita di tolleranza nei confronti del glutine avvenisse per lo più nell'infanzia, in base ai nuovi dati si è scoperto che non si nasce necessariamente celiaci ma la può manifestarsi a qualsiasi età.

Considerando che la frequenza di casi di celiachia è in continua crescita e l'intolleranza al glutine è sempre più frequente, non solo fra gli adulti ma anche fra gli anziani, l'Associazione Italiana Celiachia (AIC) consiglia di prestare più attenzione ai sintomi della celiachia anche fra queste fasce d'età e non solo fra i bambini. I sintomi possono però essere solo un campanello d'allarme, la sicurezza dell'intolleranza la si può avere solo con un test per la celiachia.

Secondo gli esperti l'ipotesi più attendibile è che la celiachia sia legata a fattori ambientali, il consumo abbondante e pressoché esclusivo di farine fatte con grani ad alta resa per la produzione nei campi ma molto ricchi di glutine "tossico", sono probabilmente alla base della perdita della tolleranza al glutine in età avanzata.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook