UniversONline.it

Quante calorie per vivere a lungo? - Quante calorie servono per vivere più a lungo? Si sa che l'assunzione giornaliera di un numero eccessivo di calorie non fa bene alla salute, non bisogna...

Continua
Universonline su Facebook

Quante calorie per vivere a lungo?

Quante calorie per vivere a lungo?

Quante calorie servono per vivere più a lungo? Si sa che l'assunzione giornaliera di un numero eccessivo di calorie non fa bene alla salute, non bisogna però esagerare neanche dalla parte opposta. Salvo casi particolari, una dieta giornaliera da 1200 calorie è la quantità minima per dimagrire e restare in salute. Presso il Dipartimento di biologia molecolare e cellulare dell'Università di Goteborg (Svezia), un gruppo di studiosi ha scoperto che le persone che non esagerano con l'assunzione delle calorie giornaliere vivono meglio e più a lungo in quanto diminuisce il rischio di cancro e diabete di tipo 2. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista Molecular Cell (Life Span Extension and H2O2 Resistance Elicited by Caloric Restriction Require the Peroxiredoxin Tsa1 in Saccharomyces cerevisiae - 2011; 43 (5): 823 DOI).

Il dottor Mikel Molin, che ha coordinato la ricerca, spiga che il primo passo dello studio è stato quello di esaminare le funzioni di un particolare enzima (perossiredossina 1) coinvolto nel processo di invecchiamento. Perché la perossiredossina 1 è così importante? Gli esperti spiegano che quest'enzima abbassa i livelli di perossido di idrogeno e stimola dei processi antiossidanti nelle cellule. Tali processi possono essere stimolati anche da particolari alimenti quali: aglio, mele, e diverse verdure. La stimolazione di questi processi antiossidanti è molto importante per il nostro organismo perché aiuta a contrastare i segni dell'invecchiamento come per esempio la degenerazione di cellule e tessuti.

Con l'avanzare degli anni l'enzima perossiredossina 1 perde parte della sua efficacia ma si è scoperto che attraverso un secondo enzima (Srx 1) si riesce a "riattivarlo". Nel corso dello studio si è osservato che grazie ad una restrizione calorica aumentano i livelli di Srx 1, in questo modo si innesca un processo di salvaguardia in grado di contrastare alcuni effetti dell'invecchiamento.

Mikel Molin mete però in guardia da un'eccessiva diminuzione delle calorie, bisogna stare attenti a non eliminare sostanze fondamentali per il nostro organismo. Anche se in media la quantità minima di calorie da assumere giornalmente e di 1200, ogni individuo ha un metabolismo basale differente (il metabolismo basale è la velocità con cui il nostro organismo brucia calorie senza fare attività fisica). Gli esperti consigliano di curare l'apporto di minerali e vitamine ma non solo, allo stesso tempo spiegano che bisogna diminuire l'assunzione di zuccheri e proteine.


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook