UniversONline.it

Il caffè protegge il fegato - Salute: Un giusto quantitativo di caffè potrebbe proteggere il fegato da malattie importanti come la cirrosi epatica e i tumori, patologie che...

Continua
Universonline su Facebook

Il caffè protegge il fegato

Il caffè protegge il fegato

Un giusto quantitativo di caffè potrebbe proteggere il fegato da malattie importanti come la cirrosi epatica e i tumori, patologie che interessano in particolar modo le persone che eccedono con gli alcolici. La notizia è il frutto di un'accurata revisione di numerosi studi che hanno analizzato il legame fra salute e caffè.

Questi nuovi risultati sono stati presentati durante il convegno tenutosi a Roma dal titolo "La terapia delle malattie epatiche". Lo studio è stato condotto da Alessandra Tavani e Carlo La Vecchia, entrambi dell'Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri di Milano. Gli esperti evidenziano comunque che un eccesso può portare a disturbi come tachicardia e difficoltà nell'addormentarsi, è quindi bene limitarsi nei quantitativi.

Il promotore dell'evento, Adolfo Francesco Attili, Ordinario di Gastroenterologia presso l'Università di Roma La Sapienza, spiega che questi risultati se pur molto importanti in quanto possono portare alla scoperta dei meccanismi che proteggono il fegato, non devono invogliare a un consumo esagerato di caffè.

Tavani, durante l'esposizione di alcuni dati della ricerca, ha spiegato che il consumo del caffè è inversamente proporzionale alla presenza della gamma-glutamil transferasi (GGT), i valori registrati erano più bassi in quei soggetti che consumavano dei quantitativi più elevati della bevanda. La gamma glutamil transpeptidasi o gamma glutamil transferasi è un enzima situato nelle cellule del fegato, valori superiori a quelli considerati normali possono essere un indicatore della cirrosi.

Dall'analisi dei dati si è stimato che il rischio di morte per cirrosi nei forti bevitori che consumano caffè viene ridotto di circa il 30 per cento. Un analoga riduzione del rischio la si riscontra anche nei confronti dell'epatocarcinoma, il principale tumore maligno del fegato. Le ricerche che hanno evidenziato una riduzione nella comparsa di questo tipo di tumore associato al consumo di caffè sono numerose, l'effetto "benefico" sarebbe dato da diversi antiossidanti presenti nella bevanda fra i quali la stessa caffeina.

Alla luce di questi nuovi dati gli esperti confermano il consiglio di limitare il consumo di caffè, i risultati sono comunque molto importanti in quanto consentiranno la realizzazione di nuovi farmaci in grado di intervenire efficacemente in nuove terapie per la cura del fegato.


Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook