UniversONline.it

Astronomia : Osservazione fuori programma per la sonda Cassini - Osservazione fuori programma per la sonda Cassini - Lanciata il 15 ottobre del 1997, la sonda Cassini sta attualmente orbitando intorno a Saturno.

Continua
Universonline su Facebook

Osservazione fuori programma per la sonda Cassini

Sonda Cassini

Lanciata il 15 ottobre del 1997, la sonda Cassini sta attualmente orbitando intorno a Saturno. Comunque la sonda ha compiuto una lunga deviazione verso Giove per ottenere la spinta gravitazionale necessaria al suo viaggio, fornendoci alcune dei pił bei panorami mai visti del sistema gioviano. Un esempio č l'immagine di Himalia, il maggiore tra i satelliti esterni di Giove. Scoperto nel 1904, Himalia risplende di magnitudine 14,8 ed ha un diametro di 150-190 chilometri. L'immagine, scattata il 19 dicembre, mostra che la luna non č sferica ma di forma irregolare, un'indicazione che essa potrebbe essere un asteroide o una cometa catturata dalla forza gravitazionale del pianeta. Curiosamente osserviamo che gli scienziati hanno potuto fotografare il satellite solamente per un caso fortuito. Il 19 dicembre uno dei reattori stabilizzatori della Cassini si č guastato. Per un breve periodo l'osservazione scientifica č continuata mentre la sonda era mantenuta ferma tramite i propulsori di bordo. L'immagine fu catturata durante questo periodo. Comunque l'utilizzo dei propulsori aveva consumato troppo propellente, cosą¬ i controllori di volo della Cassini hanno interrotto lo studio di Giove finchč i reattori non si sono stabilizzati. Il problema si pensa sia stato dovuto ad una mancata lubrificazione del sistema dei reattori. Il rimedio č stato semplicemente far ruotare velocemente il sistema per ridistribuire il lubrificante. Le operazioni sono tornate alla normalitą  due giorni dopo.


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook