UniversONline.it

Menopausa, allungare il periodo fertile con una pillola - Attraverso una pillola si potrebbe ritardare l'arrivo della menopausa allungare così il periodo fertile della donna

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Menopausa, allungare il periodo fertile con una pillola

Menopausa: allungare il periodo fertile

Attraverso una pillola si potrebbe ritardare l'arrivo della menopausa allungare così il periodo fertile della donna. Un team di ricercatori dell'Imperial College di Londra, coordinati da Robert Winston, hanno individuato una proteina che in futuro potrebbe permettere alle donne di avere figli anche in età più avanzata, la notizia è stata resa pubblica in occasione del Festival della scienza di Cheltenham (Giugno 2007).

Il professor Winston puntualizza che anche se la ricerca si trova ancora in uno stadio iniziale, i risultati raggiunti fino ad ora sono molto soddisfacenti e in un futuro non molto lontano si potrebbe realizzare un farmaco specifico per allungare il periodo di ovulazione femminile agendo da "fertilizzante" sulla produzione degli ovuli il cui numero inizia a diminuire diversi anni prima dell'arrivo della menopausa.

Se negli uomini la produzione di spermatozoi è un ciclo continuo che inizia dal momento della pubertà sino alla morte, anche se comunque segue il modello della produzione di ormoni riducendosi in età avanzata, nelle donne il numero di ovuli è fisso, esse nascono infatti con un numero ben prestabilito. Alla ventesima settimana di gestazione la futura nascitura è dotata di circa sei/sette milioni di ovociti, il numero poi scende considerevolmente già dopo la nascita arrivando a uno/due milioni per un processo di "morte spontanea" chiamato atresia.

L'età incide quindi in maniera molto diversa fra i due sessi, se la fertilità maschile è più stabile e tende a conservarsi col passare degli anni, nelle donne resta stabile solo fino ai 30 anni per poi diminuire. Un primo importante calo della fertilità femminile lo si registra intorno ai 35 anni, poi verso i 40 si subisce un altro decremento di una certa entità fino ad arrivare ai 51 anni dove il numero di ovociti è di circa mille e coincide, mediamente, con il periodo della menopausa. Anche se l'età media del periodo della menopausa sono i 51 anni, già sopra i 44-45 anni le probabilità di avere un figlio sono quasi nulle. Statisticamente la fertilità è al cento per cento fra i 20 e i 24 anni, ha un valore fra l'ottanta e il cento per cento fra i 25 e i 29 anni, si dimezza fra i 30 e i 34 anni, arriva a un quarto fra i 35 e i 39 anni e scende intorno al 7 per cento fra i 49 e i 44 anni.

Lord Winston, durante la presentazione, ha spiegato che le donne perdono circa due ovuli ogni ora, se all'età di 16 anni ne possiedono circa 400 mila, a 46 anni nella maggior parte dei casi non n'è rimasto più alcuno attivo. Attraverso il nuovo farmaco si potrebbe essere in grado di rallentare la morte degli ovuli, estendendo così il periodo fertile senza alcun rischio per la salute delle donne.

I ricercatori hanno evidenziato la grande importanza di una scoperta di questo tipo, in una società moderna sempre in evoluzione, dove le donne tendono ad avere figli sempre più avanti nell'età in modo da riuscire a conciliare carriera e famiglia. In base alle più recenti statistiche britanniche, il numero di donne over 40 che si sono sottoposte alla fecondazione artificiale è aumentato di oltre 10 volte negli ultimi 15 anni.

Anche se negli anni il periodo della menopausa si è spostato in avanti e il periodo di fertilità si è complessivamente allungato, a volte non si riesce a conciliare comunque la vita professionale e la famiglia. In un era dove alcune coppie ricorrono alla fecondazione assistita per poter concepire un figlio, poter estendere il periodo del ciclo vitale degli ovuli senza gli effetti collaterali della fecondazione in vitro potrebbe essere un grande passo in avanti per almeno una parte dei casi che limitano le capacità riproduttive della coppia.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook