UniversONline.it

Depressione post parto, una donna su 10 ne soffre - Psicologia - Post parto e depressione post-partum, dopo il parto circa il 10 per cento delle donne si ammalano di depressione

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Depressione post parto, una donna su 10 ne soffre

Depressione post parto: una donna su 10 ne soffre

Dopo il parto, circa il 10-15 per cento delle donne si ammalano di depressione (depressione post partum), una sindrome che solo in Italia colpisce oltre 50.000 donne. La depressione post parto è una condizione patologica molto più frequente di quanto si possa credere, spesso però le donne si trovano ad affrontare il problema da sole perché inconsapevoli di quanto sta avvenendo o perché hanno dei sensi di colpa, anche se immotivati. La SIGO, Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia, ha deciso di realizzare una campagna di sensibilizzazione, "Non lasciamole sole", affinché aumenti la consapevolezza di questo problema in modo tale da poter sostenere le donne in questo periodo delicato che se affrontato male spesso porta a conseguenze sociali gravi non solo per la madre ma anche per il neonato e il partner.

Il prof. Giorgio Vittori, l'attuale presidente della SIGO, spiega che la depressione post partum è un problema estremamente diffuso ma purtroppo se ne parla solo in corrispondenza di casi eclatanti che finiscono sui giornali. I ginecologi rappresentano il punto di riferimento per la salute femminile, per questo motivo hanno ritenuto lecito promuovere un cambiamento culturale e migliorare la conoscenza e l'informazione sulla depressione post parto. L'obiettivo è quello di creare una rete di protezione intorno alla donna che, a partire dai ginecologi, coinvolga familiari, operatori sanitari e istituzioni. Secondo Vittori, infatti, bisogna avere la consapevolezza che ogni mamma che compie un gesto disperato rappresenta un fallimento per l'intero sistema.

Nella prima fase della campagna, i ginecologi della SIGO dovranno rispondere ad una serie di domande al fine di ricavare una fotografia aggiornata ed attendibile del problema nel nostro Paese. I risultati saranno comunicati a Roma in occasione di un convegno nazionale che si terrà il prossimo 18 marzo (2008).

I fattori che potrebbero causare la depressione post parto

I fattori che potrebbero causare la depressione post-partum sono molteplici, fare un elenco completo non è semplice e attualmente non se ne conoscono ancora completamente tutte le cause. Oltre agli sbalzi ormonali ci sono altri fattori che potrebbero incidere sulla depressione post parto e sono:

  • Le idee che una donna si fa della maternità, che potrebbero essere la conseguenza di un'infanzia infelice e di un rapporto difficile con i genitori.

  • Aspettative poco realistiche imposte alle madri dalla società.

  • Casi di depressione in famiglia.

  • Insoddisfazione coniugale e mancanza del sostegno di parenti stretti o lontani.

  • Scarsa autostima.

  • Sentirsi oberata od oppressa dovendo occuparsi del neonato a tempo pieno.

Altri fattori che potrebbero contribuire all'insorgere della depressione post parto sono i luoghi comuni legati alla maternità. Non tutte le donne sono uguali e possono avere reazioni diverse. Per questo motivo, sono da sfatare alcuni credenze quali ad esempio che non provare gioia per la nascita del proprio bambino significhi essere una cattiva madre o che ci si debba sentire in colpa se ci si dedica ad attività piacevoli. Bisogna inoltre insegnare alle neo mamme a rilassarsi, non permettendo all'ansia e all'irritabilità di prendere il sopravvento.

Depressione post parto, un aiuto dal marito o compagno

Sebbene il ginecologo ricopre un ruolo importante nella prevenzione e la cura della depressione post parto, è fondamentale l'appoggio del marito (o il compagno). Al fine di aiutare la propria moglie (o compagna) ci sono una serie di consigli che si possono seguire:

  • Riconoscere che la propria moglie non ha colpa se soffre di depressione post partum. Se la depressione persiste, bisogna aiutarla a trovare un medico che capisca il problema e sia comprensivo.

  • Bisogna ascoltare con pazienza la propria moglie. Cercare di capire i suoi sentimenti. Non irritarsi se è pessimista. Bisogna aiutarla gentilmente a vedere il lato positivo delle cose e assicurale che migliorerà. Non presumere di dover risolvere tutti i problemi che menziona. Forse desidera solo essere confortata, non ricevere risposte logiche. Bisogna ricordare che la depressione postpartum rende difficile a chi ne soffre pensare in modo logico e chiaro.

  • Sarebbe bene che il marito, o il compagno, riducesse le attività non essenziali per avere più tempo per aiutare la propria moglie, o compagna. Questo potrebbe accelerare la guarigione.

  • Un altro coniglio utile è quello di parlare con qualcuno che vi incoraggerà, magari un altro uomo la cui moglie ha sofferto di depressione post partum.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook