UniversONline.it

La felicità  ... - Salute: La felicità  ... - Chi si può ritenere veramente felice, chi può affermare di aver raggiunto uno stato di benessere,

Continua
Universonline su Facebook

La felicità  ...

La felicità 

Chi si può ritenere veramente felice, chi può affermare di aver raggiunto uno stato di benessere, la pace dei sensi, l'armonia dell'anima? pochi, pochissimi. La felicità  sembra arrivare all'improvviso, ci travolge, ci porta sulla cresta dell'onda e poi ci abbandona in alto mare, in preda a nuove insoddisfazioni e delusioni. Continuamente ricercata, si rivela leggera e illusoria, sempre più sfuggente, fatta di attimi transitori e brevi, non eterna e immutabile. La sua definizione da sempre ha impegnato letterati e filosofi: "…mai si è troppo giovani o vecchi per la conoscenza della felicità , a qualsiasi età  è bello occuparsi del benessere dell'animo nostro" … l'uomo ha già  in se le condizioni per essere felice, non resta che eliminare il superfluo e ascoltare il fluire della propria vita, affrancarsi dalle angosce e dal dolore… (Epicuro, Lettera sulla Felicità ).

In 2300 anni i suggerimenti di Epicuro sono ancora validi, ma hanno fatto i conti con nuove tradizioni religiose e filosofiche, con l'importanza attribuita alla morte e alle Divinità , al potere esercitato sugli uomini. Le filosofie sorte per condurre l'uomo verso il "positivo", perchè sorrida delle difficoltà  quotidiane e non si abbatta facilmente, sono innumerevoli. Tutti vorrebbero capire gli stati di gioia e di tristezza, magari trovarne una spiegazione scientifica, trovare un gene nel DNA che li determini o una zona del cervello in cui risiedono. Gli studiosi sono ormai d'accordo sul fatto che a determinare la felicità  non sono le circostanze esterne, ma l'atteggiamento degli individui. E' fondamentale il modo in cui ci si rapporta alla realtà : un allegrone spensierato, di fronte a qualsiasi situazione si sentirà  sempre meglio di un eterno e insoddisfatto pessimista. La felicità  dipende da ciò che la vita ci offre, ma ancor più, dalla capacità  umana di godere della vita, di cercare appagamento e soddisfazione nel bene e nel male. La felicità  è un sentimento, una sensazione, una predisposizione, non sempre legata alla soddisfazione dei bisogni esterni, ne è prova il fatto che nella società  attuale, la qualità  della vita è notevolmente migliorata e gli stati d'animo continuano a peggiorare!


Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:



Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook