UniversONline.it

Farmaco: Tienor | Bugiardino n. 12821 - Foglietto illustrativo n. 12821 - Farmaco Tienor: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 10 mg / ml os Gocce 20 ml ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Tienor

Farmaco: Tienor | Bugiardino n. 12821

Confezione: 10 mg / ml os Gocce 20 ml

Casa farmaceutica: Farmaka S.r.l.

Classe farmaceutica: C

Ricetta Tienor: RR4 - medicinale dispensabile al pubblico con ricetta medica; specialità soggetta alla Legge 49/2006, tab. IIE

ATC: N05BA21

Principio attivo Tienor: Clotiazepam (DC.IT)

Gruppo terapeutico: Ansiolitici benzodiazepinici

Scadenza Tienor: 24 mesi

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Tienor (10 mg / ml os Gocce 20 ml )

Ansia, Insonnia. Clotiazepam è indicato soltanto quando il disturbo è grave, disabilitante o sottopone il soggetto a grave disagio.

Posologia / dosaggio Tienor (10 mg / ml os Gocce 20 ml )

Compresse: adulti: 1 compressa da 1 a 3 volte al dì. Gocce: adulti: 12-15 gocce da 1 a 3 volte al dì. Bambini: 0,2-0,6 mg/kg/die, cioè da 5 a 15 gocce al giorno, suddivise in 2-3 somministrazioni (5 gocce=2 mg di Clotiazepam). A causa della variabilità delle risposte individuali, la posologia giornaliera andrà adattata all’età, alle caratteristiche del quadro clinico ed alle condizioni generali. Nel paziente anziano e nei casi di lieve entità, da 5 a 15 mg/die. Nel giovane e nei casi più gravi: da 5 a 30 mg/die, secondo il giudizio del medico. L’insufficienza epatica o renale può comportare l’adeguamento della posologia. Come induttore del sonno si consigliano 10 o 20 mg alla sera prima di coricarsi. Nel trattamento dei pazienti anziani la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovrà valutare una eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati. Il trattamento dovrebbe essere il più breve possibile e comprendere un periodo di sospensione graduale. Ansia: il paziente dovrebbe essere rivalutato regolarmente e la necessità di un trattamento continuato dovrebbe essere valutata attentamente, particolarmente se il paziente è senza sintomi. La durata complessiva del trattamento, generalmente, non dovrebbe superare le 8-12 settimane, compreso un periodo di sospensione graduale. In determinati casi, può essere necessaria l’estensione oltre il periodo massimo di trattamento; in tal caso, ciò non dovrebbe avvenire senza rivalutazione della condizione del paziente. Insonnia: la durata del trattamento, generalmente, varia da pochi giorni a 2 settimane, fino ad un massimo di 4 settimane. In determinati casi, può essere necessaria l’estensione oltre il periodo massimo di trattamento; in caso affermativo, non dovrebbe avvenire senza rivalutazione della condizione del paziente. Il trattamento dovrebbe essere iniziato con la dose consigliata più bassa. La dose massima non dovrebbe essere superata.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook