UniversONline.it

Astronomia: Progetto Galileo, in orbita il primo satellite - Articoli di astronomia - Giove-A, il primo dei satelliti del progetto Galileo che ha l'obiettivo di realizzare il sistema di navigazione satellitare europeo,...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Progetto Galileo: in orbita il primo satellite

Progetto Galileo, in orbita il primo satellite

Giove-A, il primo dei satelliti del progetto Galileo che ha l'obiettivo di realizzare il sistema di navigazione satellitare europeo, č finalmente in orbita.

Qualche giorno fa, durante le fasi di preparazione al lancio, si erano riscontrati delle anomalie di funzionamento nel network delle stazioni di terra del satellite GIOVE-A. Questi problemi hanno ritardato la partenza, ma ora, grazie al lavoro degli esperti, la prima fase del progetto europea č iniziata.

Il primo satellite dimostrativo del sistema di navigazione satellitare europeo Galileo, Giove-A, č stato lanciato in orbita grazie al razzo Soyuz-Fregat, la partenza č avvenuta dal cosmodromo russo di Baikonur, nel Kazakhstan.

Fra qualche mese, verrā lanciato in orbita un secondo satellite che operando insieme a quello appena spedito, fornirā dei dati utili agli esperti per procedere con il progetto Galileo.

Nel complesso il sistema Galileo sarā formato da 30 satelliti disposti lungo tre orbite circolari a circa 23.616 Km di altezza (orbita media) inclinate di circa 60 gradi rispetto all'equatore. Su ogni orbita 9 satelliti saranno operativi, mentre 1 sarā di riserva. L'intero completamento di tutta la struttura composta da 30 satelliti č prevista per il 2008.

Il progetto Galileo č stato sviluppato congiuntamente dall'Unione Europea e dall'ESA (Agenzia Spaziale Europea), questa iniziativa rappresenta un passo importante che consentirā all'Europa di avere un sistema di navigazione satellitare all'avanguardia.

Grazie al lancio dei primi due satelliti, si potranno raccogliere numerosi dati relativi alle caratteristiche fisiche dello spazio nel quale Galileo sarā operativo. Queste informazioni saranno particolarmente utili per la costruzione degli altri satelliti, inoltre potranno essere usati anche per apportare eventuali variazioni ai parametri orbitali.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Altri articoli correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook