UniversONline.it

Farmaco: Triatec | Bugiardino n. 13073 - Foglietto illustrativo n. 13073 - Farmaco Triatec: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 10 mg 28 Compresse divisibili ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Triatec

Farmaco: Triatec | Bugiardino n. 13073

Confezione: 10 mg 28 Compresse divisibili

Casa farmaceutica: Sanofi-Aventis S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Triatec: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: C09AA05

Principio attivo Triatec: Ramipril (FU) (DC.IT)

Gruppo terapeutico: ACE inibitori

Scadenza Triatec: 60 mesi

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Triatec (10 mg 28 Compresse divisibili )

Ipertensione arteriosa. Insufficienza cardiaca congestizia. Postumi dell’infarto miocardico acuto in pazienti con segni e sintomi di insufficienza cardiaca congestizia. Nefropatia conclamata in soggetti non diabetici. Rallenta la velocità di progressione dell’insufficienza renale e dello sviluppo di insufficienza renale terminale che necessita di dialisi e trapianto renale. Complicazioni renali da diabete mellito: riduzione del tasso di escrezione urinaria di albumina in pazienti affetti da diabete mellito con microalbuminuria. Riduzione di mortalità e morbilità cardiovascolare in pazienti con documentato alto rischio cardiovascolare.

Posologia / dosaggio Triatec (10 mg 28 Compresse divisibili )

La posologia è basata sull’effetto desiderato e sulla tollerabilità del farmaco da parte del paziente. La terapia con Triatec è generalmente a lungo termine: la durata del trattamento nel singolo caso è determinata dal medico. Trattamento dell’ipertensione: si raccomanda di assumere il Triatec una volta al giorno iniziando con una dose di 2,5 mg. Se necessario, ed in base alla risposta del paziente, la dose può essere raddoppiata ad intervalli di 2-3 settimane. La dose usuale di mantenimento è compresa fra 2,5 e 5 mg al giorno; la dose massima è di 10 mg al giorno. Piuttosto di aumentare la dose al di sopra di 5 mg di Triatec al giorno, è opportuno pensare ad associare un secondo trattamento ad esempio con diuretici o con calcio antagonisti. Trattamento dell’insufficienza cardiaca congestizia: la dose iniziale raccomandata di Triatec è di 1,25 mg una volta al giorno. In relazione alla risposta del paziente la dose può essere aumentata. In questo caso si raccomanda di raddoppiare la dose in 1 o 2 settimane. Dosi di 2,5 mg o superiori possono essere assunte in una volta sola o suddivise in due volte al giorno. La dose massima permessa è di 10 mg al giorno. Trattamento dopo infarto del miocardio acuto: la dose iniziale raccomandata è di 5 mg di Triatec al giorno da suddividere in due somministrazioni di 2,5 mg ciascuna, una al mattino ed una alla sera. Se questa dose iniziale non è tollerata si consiglia la somministrazione di 1,25 mg due volte al giorno per due giorni. In entrambe le precedenti circostanze, in base alla risposta del paziente, la dose iniziale può essere successivamente aumentata fino a 10 mg al giorno in due assunzioni. In tal caso si raccomanda che la dose venga raddoppiata ad intervalli di 1-3 giorni. Successivamente la dose giornaliera, inizialmente suddivisa in due somministrazioni, può essere assunta in una sola volta. La dose massima giornaliera di Triatec permessa è di 10 mg. Non vi è ancora sufficiente esperienza nel trattamento di pazienti con insufficienza cardiaca grave (grado IV NYHA) subito dopo infarto del miocardio. Nel caso tuttavia che si debba prendere la decisione di trattare questi pazienti si raccomanda di iniziare la terapia con la dose più bassa possibile (1,25 mg di Triatec una volta al giorno) e che l’aumento del dosaggio venga fatto solo con particolare prudenza. Trattamento della nefropatia conclamata di origine non diabetica e diabetica: la dose iniziale raccomandata è di 1,25 mg di ramipril 1 volta al giorno. In relazione alla tollerabilità dei pazienti la dose può essere incrementata. Nel caso fosse necessario si raccomanda di raddoppiarla ad intervalli di 2-3 settimane. La massima dose giornaliera consigliata è di 5 mg. Riduzione di mortalità e morbilità cardiovascolare in pazienti con documentato alto rischio cardiovascolare: la dose consigliata è di 10 mg al giorno da assumersi in un’unica somministrazione; dose da raggiungere dopo un periodo iniziale di trattamento di 2,5 mg per una settimana e 5 mg per tre settimane. Popolazioni particolari. Pazienti con compromessa funzionalità renale: nei pazienti con ClCr compresa tra 50 e 20 ml/min/1,73 m2 di superficie corporea la dose iniziale di Triatec generalmente è di 1,25 mg. In questi pazienti la dose giornaliera massima di Triatec è di 5 mg. Pazienti con alterazione del bilancio idro-elettrolitico o con ipertensione grave, pazienti nei quali una reazione ipotensiva possa costituire un rischio particolare (ad es. in quelli con rilevante stenosi coronarica o carotidea): è consigliata la dose iniziale ridotta di 1,25 mg di Triatec. Pazienti pre-trattati con diuretici: deve essere presa in considerazione dla possibilità di interrompere il trattamento con diuretici almeno 2-3 giorni o più, a seconda della sua durata d’azione, prima di iniziare la terapia con ramipril o quanto meno di diminuirne la dose. Generalmente la dose iniziale nel paziente pre-trattato con diuretici è di 1,25 mg. Pazienti con ridotta funzionalità epatica: la risposta al trattamento con Triatec può essere sia ridotta che aumentata. Il trattamento con ramipril in questi pazienti deve quindi essere iniziato solo sotto stretto controllo medico. In questi pazienti la dose massima giornaliera di Triatec è di 2,5 mg. Pazienti anziani: deve essere presa in considerazione una dose iniziale ridotta di Triatec di 1,25 mg. Somministrazione: le compresse di Triatec vanno deglutite con adeguata quantità di liquido, indifferentemente prima, durante o dopo il pasto. Le compresse non vanno masticate o schiacciate.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook