UniversONline.it

Farmaco: Timololo Nvf | Bugiardino n. 12849 - Foglietto illustrativo n. 12849 - Farmaco Timololo Nvf: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 0,5% Collirio 5 ml ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Timololo Nvf

Farmaco: Timololo Nvf | Bugiardino n. 12849

Confezione: 0,5% Collirio 5 ml

Casa farmaceutica: Novartis Farma S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Timololo Nvf: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: S01ED01

Principio attivo Timololo Nvf: Timololo maleato (FU)

Gruppo terapeutico: Betabloccanti

Scadenza Timololo Nvf: 24 mesi

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Timololo Nvf (0,5% Collirio 5 ml )

Riduzione della pressione endoculare elevata nell’ipertensione oculare e nel glaucoma cronico ad angolo aperto (inclusi i pazienti afachici).

Posologia / dosaggio Timololo Nvf (0,5% Collirio 5 ml )

La terapia raccomandata è costituita da 1 goccia allo 0,5% in ogni occhio affetto 2 volte al dì se la risposta alla soluzione da 0,25% non risulti adeguata. Uso pediatrico: dose iniziale raccomandata 1 goccia di collirio 0,25% nell’occhio affetto ogni 12 ore in aggiunta a un altro trattamento antiglaucoma; se necessario, il dosaggio può essere aumentato a 1 goccia di collirio 0,5% ogni 12 ore. Prima infanzia ed età neonatale: uso non raccomandato. L’occlusione del dotto nasolacrimale o la chiusura della palpebra per 3 min possono ridurre l’assorbimento sistemico. Questo potrebbe portare a una riduzione degli effetti sistemici e a un aumento dell’attività locale del farmaco. La pressione endoculare deve essere rimisurata circa 4 settimane dopo l’inizio della terapia, perchè la risposta al timololo può richiedere qualche settimana per stabilizzarsi. Se la pressione intraoculare si mantiene a livelli soddisfacenti, molti pazienti possono passare alla monosomministrazione giornaliera. Se è necessario si può instaurare un trattamento concomitante con miotici, adrenalina e/o inibitori dell’anidrasi carbonica. Per evitare che le sostanze attive vengano allontanate in seguito all’instillazione di altri medicinali oftalmici, è opportuno osservare un intervallo di minimo 5 min tra un’applicazione e l’altra. Trasferimento da terapia con altri agenti betabloccanti oftalmici per uso topico: si sospende il loro uso dopo un dosaggio appropriato per 1 giorno e si inizia il giorno successivo il trattamento con Timololo Novartis 0,25% collirio instillando 1 goccia in ogni occhio affetto 2 volte al dì. Se la risposta clinica è inadeguata, si può aumentare la dose a 1 goccia di soluzione allo 0,5% in ogni occhio affetto 2 volte al dì. Trasferimento da una terapia con un singolo agente antiglaucoma che non sia un betabloccante oftalmico per uso topico: si continua la terapia con tale agente e si aggiunge 1 goccia di Timololo Novartis 0,25% collirio in ogni occhio affetto 2 volte al dì. Il giorno seguente si interrompe completamente il farmaco precedentemente utilizzato e si continua con il trattamento con Timololo Novartis 0,25% collirio.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook