UniversONline.it

Farmaco: Tegretol | Bugiardino n. 12676 - Foglietto illustrativo n. 12676 - Farmaco Tegretol: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 400 mg 30 Compresse a rilascio...

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Tegretol

Farmaco: Tegretol | Bugiardino n. 12676

Confezione: 400 mg 30 Compresse a rilascio modificato

Casa farmaceutica: Novartis Farma S.p.A.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Tegretol: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: N03AF01

Principio attivo Tegretol: Carbamazepina (DC.IT) (FU)

Gruppo terapeutico: Antiepilettici

Scadenza Tegretol: 36 mesi

Temperatura di conservazione: Non superiore a +25°

Indicazioni terapeutiche / effetti Tegretol (400 mg 30 Compresse a rilascio modificato )

Compresse/compresse a rilascio modificato: epilessie (psicomotorie o temporali, crisi generalizzate tonico-cloniche, forme miste, crisi focali). Nevralgie essenziali del trigemino. Mania. Sciroppo: stati convulsivi dell’infanzia. Epilessie con le stesse caratteristiche di Tegretol compresse (psicomotorie o temporali, crisi generalizzate tonico-cloniche, forme miste, crisi focali). Tegretol può essere utilizzato sia in mono sia in politerapia. Di norma Tegretol non agisce sul piccolo male (assenze) e sugli attacchi mioclonici (vedere Avvertenze speciali).

Posologia / dosaggio Tegretol (400 mg 30 Compresse a rilascio modificato )

Le compresse e lo sciroppo (il flacone deve essere agitato prima dell’uso) possono essere assunti prima, durante o dopo i pasti; le compresse devono essere assunte con un po’ di liquido. Le compresse a rilascio modificato (sia intere che spezzate a metà) devono essere ingerite, senza masticare, con un po’ di liquido. Lo sciroppo è particolarmente adatto per quei pazienti che hanno difficoltà ad inghiottire le compresse o che richiedono un attento adeguamento della posologia. In virtù del rilascio lento e modificato della carbamazepina, le compresse a rilascio modificato sono formulate per essere assunte 2 volte al giorno. Poichè la stessa dose di Tegretol sciroppo produce picchi plasmatici più alti rispetto a quelli di una compressa, si raccomanda di iniziare con dosi basse e di aumentarle lentamente onde evitare l’insorgenza di effetti collaterali. Nel caso in cui sia necessario passare da una terapia con compresse ad una con lo sciroppo si consiglia di somministrare lo stesso numero di mg al giorno, ma con somministrazioni più ravvicinate (ad esempio 3 volte al giorno per lo sciroppo al posto di due volte al giorno per le compresse). Nel caso in cui si voglia passare dalle compresse normali a quelle a rilascio modificato, l’esperienza clinica dimostra che il dosaggio della forma a rilascio modificato può necessitare un aumento. A causa delle interazioni farmacologiche e della differente farmacocinetica dei farmaci antiepilettici, nei pazienti anziani il dosaggio di Tegretol deve essere individuato con cura. Epilessia: dove possibile Tegretol deve essere somministrato in monoterapia. Il trattamento deve essere iniziato con basse dosi giornaliere, che devono essere aumentate lentamente fino all’ottenimento dell’effetto ottimale. Dopo aver ottenuto un buon controllo delle crisi, il dosaggio può essere diminuito molto gradualmente fino al minimo livello efficace. La determinazione delle concentrazioni plasmatiche può aiutare a trovare la posologia ottimale (vedere Avvertenze speciali e precauzioni per l’uso nel RCP). Quando Tegretol viene aggiunto ad una terapia antiepilettica preesistente, bisogna farlo gradualmente, mantenendo la terapia iniziale e aggiustando il dosaggio, ove necessario, degli altri antiepilettici (vedere Interazioni). Adulti: dose iniziale 100-200 mg 1-2 volte al giorno, poi aumentare lentamente fino a raggiungere la dose ottimale, che si aggira generalmente sui 400 mg 2-3 volte al giorno. In alcuni pazienti il dosaggio richiesto può essere di 1600 o anche 2000 mg al giorno. Bambini: nei bambini fino a 4 anni si raccomanda una dose iniziale di 20-60 mg/die, aumentata di 20-60 mg ogni 2 giorni. Per i bambini sopra i 4 anni la terapia può essere iniziata con 100 mg/die ed aumentata di 100 mg settimanalmente. La dose giornaliera di mantenimento consigliata nei bambini per il trattamento dell’epilessia (= 10-20 mg/kg di peso corporeo, pro die in dosi separate) è di: meno di 1 anno: 100-200 mg (=1-2 misurini di sciroppo); da 1 a 5 anni: 200-400 mg (=2 x 1-2 misurini di sciroppo); da 6 a 10 anni 400-600 mg (=2 x 2-3 misurini di sciroppo); da 11 a 15 anni: 600-1000 mg (=3 x 2-3 misurini di sciroppo); dai 200 mg pro die si consiglia di suddividere la dose nella giornata in 2-3 somministrazioni. Nevralgie del trigemino: la dose iniziale di 200-400 mg al giorno viene aumentata lentamente fino alla scomparsa della sintomatologia dolorosa (in genere 200 mg 3 o 4 volte al giorno); quindi la dose viene ridotta gradualmente fino a raggiungere la dose di mantenimento minima efficace. Nelle persone anziane e nei malati particolarmente sensibili, iniziare con 100 mg 2 volte al giorno. Mania: la posologia varia dai 400 mg ai 1600 mg al giorno; generalmente si somministrano 400-600 mg al giorno suddivisi in 2-3 dosi. Nel trattamento di pazienti anziani la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovrà valutare una eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook