UniversONline.it

Farmaco: Targretin | Bugiardino n. 12621 - Foglietto illustrativo n. 12621 - Farmaco Targretin: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 75 mg 100 Capsule ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Targretin

Farmaco: Targretin | Bugiardino n. 12621

Confezione: 75 mg 100 Capsule

Casa farmaceutica: Sigma-Tau Industrie Farmaceutiche Riunite S.p.A.

Classe farmaceutica: H

Ricetta Targretin: OSP2 - medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile o in ambito extra-ospedaliero, secondo le disposizioni delle Regioni e delle Province autonome

ATC: L01XX25

Principio attivo Targretin: Bexarotene

Gruppo terapeutico: Antineoplastici

Scadenza Targretin: 24 mesi

Temperatura di conservazione: Non superiore a +30°

Indicazioni terapeutiche / effetti Targretin (75 mg 100 Capsule )

Le capsule di Targretin sono indicate nel trattamento delle manifestazioni cutanee nei pazienti con linfoma cutaneo a cellule T (CTCL) di grado avanzato, refrattari ad almeno un trattamento sistemico precedente.

Posologia / dosaggio Targretin (75 mg 100 Capsule )

La terapia con bexarotene deve essere iniziata e proseguita solo da medici esperti nel trattamento di pazienti affetti da linfoma cutaneo a cellule T. La dose giornaliera iniziale consigliata è di 300 mg/m2 die. Le capsule di Targretin dovranno essere assunte in un’unica dose giornaliera durante un pasto. La dose iniziale viene calcolata in base alla superficie corporea come riportato nel RCP.
Indicazioni per la modifica delle dosi: la dose 300 mg/m2 die può essere aggiustata a 200 mg/m2 die e poi a 100 mg/m2 die, oppure temporaneamente sospesa, se la tossicità lo rende necessario. Quando la tossicità è sotto controllo, si può di nuovo cautamente aumentare la dose. Con un appropriato monitoraggio clinico, alcuni pazienti possono trarre beneficio da dosi superiori a 300 mg/m2 die. Dosi superiori a 650 mg/m2 die non sono state valutate in pazienti con linfoma cutaneo a cellule T. Negli studi clinici, il bexarotene è stato somministrato per un periodo di 118 settimane ai pazienti con linfoma cutaneo a cellule T. La terapia va continuata finché il paziente ne trae beneficio.
Bambini e adolescenti: la sicurezza clinica e l’efficacia del bexarotene nella popolazione pediatrica (sotto i 18 anni) non sono state studiate, e fino a quando non saranno disponibili altri dati questo farmaco non deve essere utilizzato nella popolazione pediatrica.
Anziani: negli studi clinici il 61% dei pazienti con linfoma cutaneo a cellule T aveva 60 anni o più, mentre il 30% aveva 70 anni o più. In generale, non si è osservata alcuna differenza nei dati relativi alla sicurezza tra i pazienti di età pari o superiore a 70 anni e i pazienti più giovani, ma non si può escludere una maggiore sensibilità al bexarotene per alcuni dei soggetti più anziani. Negli anziani deve essere usata la dose standard.
Insufficienza renale: non sono stati condotti studi formali su pazienti con insufficienza renale. Dai dati farmacocinetici clinici risulta che l’eliminazione urinaria del bexarotene e dei suoi metaboliti rappresenta una via escretoria di scarsa importanza per il bexarotene. In tutti i pazienti valutati, la clearance renale del bexarotene è stata inferiore a 1 ml/minuto. Considerando la quantità limitata di dati disponibili, i pazienti con insufficienza renale devono essere attentamente monitorati durante la terapia con il bexarotene.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook