UniversONline.it

Farmaco: Omeprazolo Tev | Bugiardino n. 09484 - Foglietto illustrativo n. 09484 - Farmaco Omeprazolo Tev: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 20 mg 14 Capsule ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Omeprazolo Tev

Farmaco: Omeprazolo Tev | Bugiardino n. 09484

Confezione: 20 mg 14 Capsule

Casa farmaceutica: Teva Italia S.r.l.

Classe farmaceutica: A

Ricetta Omeprazolo Tev: RR - medicinale soggetto a prescrizione medica

ATC: A02BC01

Principio attivo Omeprazolo Tev: Omeprazolo (DC.IT) (FU)

Gruppo terapeutico: Antiulcera

Scadenza Omeprazolo Tev: n.d.

Temperatura di conservazione: n.d.

Indicazioni terapeutiche / effetti Omeprazolo Tev (20 mg 14 Capsule )

Ulcere duodenali; ulcere gastriche benigne; esofagiti da reflusso; terapia di mantenimento delle esofagiti da reflusso, per la prevenzione di recidive; trattamento sintomatico della patologia da reflusso gastroesofageo; sindrome di Zollinger-Ellison; trattamento di ulcere gastriche e duodenali causate da FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei); terapia di mantenimento di ulcere gastriche e duodenali provocate da FANS, per la prevenzione di recidive. In associazione ad adeguate terapie antibatteriche, è indicato per l’eradicazione di Helicobacter pylori in pazienti affetti da ulcere peptiche associate all’Helicobacter pylori stesso (vedere posologia).

Posologia / dosaggio Omeprazolo Tev (20 mg 14 Capsule )

Ulcere duodenali: la dose consigliata è di 20 mg, da assumere una volta al giorno. La durata del trattamento varia fra 2 e 4 settimane. Terapia di mantenimento: nella terapia di mantenimento atta a prevenire la ricomparsa di ulcere duodenali che non rispondono all’eradicazione di Helicobacter pylori, il trattamento deve essere personalizzato in base alla risposta clinica. La dose normale è di 20 mg al giorno. Per alcuni pazienti potrebbero essere sufficienti 10 mg. Ulcere gastriche benigne: la dose consigliata è di 20 mg, da assumere 1 volta al giorno. La durata del trattamento è di 4-(6)-8 settimane. Esofagiti da reflusso: la dose consigliata è di 20 mg, da assumere una volta al giorno. La durata del trattamento varia fra 4 e 8 settimane. Nota: in casi isolati di ulcere duodenali, ulcere gastriche benigne e esofagiti da reflusso, il dosaggio dell’omeprazolo può essere aumentato a 40 mg, da assumere una volta al giorno. Solo qualora la terapia di eradicazione non fosse indicata oppure sia stata inefficace, le ulcere duodenali e gastriche possono essere trattate con l’omeprazolo in monoterapia. Bambini sopra i 2 anni e adolescenti con gravi esofagiti da reflusso: l’esperienza clinica nei bambini è limitata. L’omeprazolo deve essere utilizzato solo nei bambini affetti da gravi esofagiti da reflusso resistenti ad altre misure terapeutiche. Il trattamento deve essere incominciato sotto la supervisione di un pediatra ospedaliero. possibile effettuare la misurazione continua del pH e la genotipizzazione del CYP2C19, qualora questo fosse necessario al conseguimento di un’ottimale risposta terapeutica. Si consiglia il seguente dosaggio (equivalente a circa 1 mg/kg/die): peso tra 10 kg e 20 kg: 10 mg/die; peso superiore ai 20 kg: 20 mg/die. Generalmente, la durata del trattamento varia fra le 4 e le 8 settimane e non deve superare le 12 settimane; questo perché, per questa fascia di età, non sono disponibili dati relativi all’uso prolungato. Terapia di mantenimento delle esofagiti da reflusso per la prevenzione di recidive: la dose consigliata varia fra 10 e 20 mg, a seconda della risposta clinica. Sindrome di Zollinger-Ellison: il dosaggio deve essere adattato in funzione del paziente e la terapia deve essere continuata sotto la supervisione di uno specialista fino a quando indicato dal punto di vista clinico. Il dosaggio iniziale raccomandato è di 60 mg, da assumere una volta al giorno. Con dosi superiori agli 80 mg giornalieri, la dose dovrebbe essere suddivisa in due somministrazioni giornaliere. In pazienti affetti da sindrome di Zollinger-Ellison, il trattamento non ha un limite temporale. Trattamento delle ulcere gastriche e duodenali causate da FANS: la dose consigliata è di 20 mg/die. La durata del trattamento varia fra 4 e 8 settimane. Terapia di mantenimento di ulcere gastriche e duodenali causate a FANS, per la prevenzione di recidive: la dose consigliata è di 20 mg/die. Trattamento sintomatico della patologia da reflusso gastroesofageo: la dose consigliata varia fra 10 e 20 mg al giorno, in base alla risposta clinica. La durata del trattamento varia fra 2 e 4 settimane. Se il paziente non avverte alcun miglioramento dei sintomi dopo 2 settimane di trattamento, è consigliabile effettuare ulteriori accertamenti. Terapia di eradicazione: i pazienti affetti da ulcera peptica causata da infezione da Helicobacter pylori devono essere trattati con una terapia di eradicazione che preveda la somministrazione di appropriate associazioni di antibiotici a dosaggi adeguati. La scelta di un appropriato regime terapeutico deve avvenire in base alla capacità del paziente di tollerare la terapia e in base alle linee guida terapeutiche. Sono state sperimentate le seguenti combinazioni: omeprazolo 20 mg, amoxicillina 1000 mg, claritromicina 500 mg, tutti da somministrarsi 2 volte al giorno; omeprazolo 20 mg, claritromicina 250 mg, metronidazolo 400-500 mg, tutti da somministrarsi 2 volte al giorno. La durata del trattamento di eradicazione è di una settimana. Per evitare l’instaurarsi di una resistenza batterica, non bisogna ridurre la durata del trattamento. Nei pazienti con ulcere attive, è possibile prolungare la terapia mediante somministrazione di omeprazolo in monoterapia, secondo la posologia e la durata del trattamento precedentemente illustrate. Nella scelta di un’adeguata terapia combinata, bisogna prestare attenzione alle locali linee guida ufficiali sulla resistenza batterica, alla durata del trattamento (generalmente 7 giorni, ma a volte fino a 14 giorni) e all’appropriato uso di agenti antibatterici. Il metronidazolo non deve essere considerato una terapia di prima scelta a causa delle sue proprietà mutageniche e carcinogeniche emerse nel corso di studi condotti su animali. Popolazioni speciali: anziani: non è necessario modificare la dose nei soggetti anziani. Bambini: l’omeprazolo non è indicato nei bambini di età inferiore a 2 anni. Compromissione della funzionalità renale: non è necessario variare la dose nei pazienti con funzionalità renale compromessa. Compromissione della funzionalità epatica: è consigliabile ridurre la dose per quei pazienti che presentino una funzionalità epatica compromessa. La massima dose giornaliera è di 20 mg (vedere Avvertenze speciali e precauzioni d’impiego nel RCP).


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook