UniversONline.it

Farmaco: Norcuron | Bugiardino n. 09261 - Foglietto illustrativo n. 09261 - Farmaco Norcuron: ricetta, principio attivo, prezzo, effetti e dosaggio [Confezione: 10 mg iv 10 Fiale ]

Continua
Universonline su Facebook

Cerca un farmaco »  

Farmaco: Norcuron

Farmaco: Norcuron | Bugiardino n. 09261

Confezione: 10 mg iv 10 Fiale

Casa farmaceutica: Organon Italia S.p.A. - Sede Amministrativa:

Classe farmaceutica: H

Ricetta Norcuron: OSP1 - medicinale soggetto a prescrizione medica limitativa, utilizzabile esclusivamente in ambiente ospedaliero o in struttura ad esso assimilabile - vietata la vendita al pubblico

ATC: M03AC03

Principio attivo Norcuron: Vecuronio bromuro (DC.IT)

Gruppo terapeutico: Miorilassanti

Scadenza Norcuron: n.d.

Temperatura di conservazione: Non superiore a +25°

Indicazioni terapeutiche / effetti Norcuron (10 mg iv 10 Fiale )

Come coadiuvante in anestesia generale per facilitare l’intubazione endotracheale ed ottenere un miorilassamento nel corso dell’intervento chirurgico.

Posologia / dosaggio Norcuron (10 mg iv 10 Fiale )

Come per altri miorilassanti, Norcuron deve essere somministrato solo da, o sotto la supervisione di, medici esperti, che abbiano familiarità con il modo di azione e l’utilizzo di questi farmaci. Come per tutti gli altri miorilassanti, il dosaggio di Norcuron deve essere personalizzato per ogni paziente. Nello stabilire la dose, devono essere prese in considerazione il tipo di anestesia, la durata prevista dell’intervento, la possibile interazione con altri farmaci che vengono somministrati prima o durante l’anestesia e le condizioni del paziente. Si consiglia l’uso di un’adeguata tecnica di monitoraggio neuromuscolare per controllare il blocco neuromuscolare ed il recupero. Gli anestetici inalatori potenziano l’effetto di blocco neuromuscolare di Norcuron. Tale potenziamento diventa clinicamente rilevante nel corso dell’anestesia, una volta che gli agenti volatili hanno raggiunto le concentrazioni tissutali necessarie a questa interazione. Di conseguenza, eventuali aggiustamenti del dosaggio di Norcuron vanno effettuati somministrando dosi di mantenimento più piccole, a intervalli meno frequenti, oppure utilizzando tempi di infusione di Norcuron inferiori durante gli interventi chirurgici di lunga durata (piu di 1 ora) in anestesia per inalazione. Adulti: nell’adulto le seguenti raccomandazioni posologiche possono servire da guida generale per facilitare l’intubazione endotracheale e il miorilassamento per interventi chirurgici di durata da breve a lunga. Intubazione endotracheale: la dose standard per l’intubazione durante la normale anestesia è di 0,08-0,1 mg di bromuro di vecuronio/kg di peso corporeo, dopo di che si raggiungono le condizioni adeguate per l’intubazione nell’arco di 90-120 secondi in quasi tutti i pazienti. Dosi di Norcuron per interventi chirurgici dopo intubazione con succinilcolina: dosi raccomandate: 0,03-0,05 mg di bromuro di vecuronio/kg di peso corporeo. Se per l’intubazione viene usata la succinilcolina, la somministrazione di Norcuron può essere ritardata fino a quando il paziente non si è clinicamente ripreso dal blocco neuromuscolare indotto dalla succinilcolina. Dose di mantenimento: la dose di mantenimento raccomandata è di 0,02-0,03 mg di bromuro di vecuronio/kg di peso corporeo. Queste dosi di mantenimento dovrebbero essere somministrate quando il valore di recupero della risposta neuromuscolare dopo stimolazione è pari al 25% del valore di controllo. Dosi necessarie per la somministrazione di Norcuron in infusione continua: se Norcuron viene somministrato in infusione continua, si raccomanda di somministrare una dose iniziale (vedere Intubazione endotracheale) e, ai primi segni di recupero dal blocco neuromuscolare, iniziare la somministrazione di Norcuron per infusione. La velocità d’infusione dovrebbe essere corretta in modo da mantenere il valore di recupero della risposta neuromuscolare al 10% del valore di controllo, oppure in modo da mantenere 1-2 risposte al ?train of four? (TOF). Nell’adulto, la velocità d’infusione necessaria per mantenere il blocco neuromuscolare a questi livelli, varia da 0,8 a 1,4 mcg di Norcuron/kg/min. E’ essenziale monitorare continuamente il blocco neuromuscolare, poichè la velocità d’infusione deve variare da paziente a paziente e secondo la tecnica anestetica usata. Uso negli anziani: si possono utilizzare le stesse dosi di intubazione e di mantenimento raccomandate per gli adulti (0,08-0,1 mg/kg e 0,02-0,03 mg/kg, rispettivamente). Tuttavia, la durata di azione nei soggetti anziani è maggiore rispetto ai soggetti più giovani a causa dei diversi meccanismi farmacocinetici. Il tempo di inizio dell’azione nell’anziano è analogo a quello che si rileva nei soggetti più giovani. Uso in pediatria: in considerazione delle possibili variazioni della sensibilità della giunzione neuromuscolare, soprattutto nei neonati (fino a 4 settimane) e probabilmente nei lattanti fino a 4 mesi di età, si raccomanda di somministrare una dose iniziale di 0,01-0,02 mg di bromuro di vecuronio/kg di peso corporeo, seguita da dosi incrementali fino al raggiungimento del 90-95% della riduzione della risposta neuromuscolare. Negli interventi di chirurgia neonatale la dose non deve superare 0,1 mg/kg. Le dosi necessarie nel neonato e nel lattante (1-12 mesi) sono le stesse di quelle usate per l’adulto. Tuttavia, poichè il tempo di inizio di azione di Norcuron in questi pazienti è considerevolmente inferiore rispetto a quello di adulti e bambini, non è generalmente necessario utilizzare elevate dosi di intubazione per avere buone condizioni di intubazione in tempi brevi. Poichè la durata d’azione ed il tempo di recupero con Norcuron sono superiori nel neonato e nel lattante rispetto all’adulto e al bambino, le dosi di mantenimento vanno somministrate meno frequentemente. Le dosi necessarie nel bambino (2-10 anni) sono superiori a quelle dell’adulto. Generalmente sono però sufficienti le stesse dosi di intubazione e di mantenimento raccomandate per gli adulti (0,08-0,1 mg/kg e 0,02-0,03 mg/kg, rispettivamente). Poichè nel bambino la durata di azione è inferiore, è necessario somministrare le dosi di mantenimento con maggior frequenza. Anche se si hanno pochi dati sul dosaggio nell’adolescente, è consigliabile utilizzare le stesse dosi degli adulti, in considerazione dello sviluppo fisiologico raggiunto a quest’età. Uso nei pazienti sovrappeso e obesi: nei pazienti sovrappeso o obesi (definiti come soggetti con un peso corporeo superiore del 30% o più rispetto al peso corporeo ideale), i dosaggi vanno ridotti prendendo in considerazione il peso ideale. Uso nel parto cesareo: la dose in caso di parto cesareo non deve superare 0,1 mg/kg. Dosaggi superiori: se fosse necessario somministrare dosi superiori a singoli pazienti, si tenga presente che dosi iniziali che variano da 0,15 mg fino a 0,30 mg di bromuro di vecuronio/kg di peso corporeo sono state somministrate durante interventi chirurgici, sia in anestesia con alotano che in neuroleptoanestesia, senza che si siano verificati effetti collaterali cardiovascolari per tutta la durata dell’anestesia a patto che venga mantenuta un’adeguata ventilazione. L’uso di queste elevate dosi di Norcuron riduce, con meccanismo farmacodinamico, l’inizio dell’azione ed aumenta nel contempo la durata dell’azione stessa. Somministrazione: Norcuron deve essere somministrato per via endovenosa, dopo ricostituzione, in bolo o in infusione continua.


Elenco farmaci: indice medicinali in ordine alfabetico



Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici sui Social Network

Universonline su Facebook