UniversONline.it

Salute del neonato e del bambino - Un'informazione corretta svolge un ruolo molto importante nella tutela della salute dei bambini e dei neonati, in questa pagina potrete trovare alcuni consigli utili per i neogenitori ma non solo

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Salute del neonato e del bambino

Un'informazione corretta svolge un ruolo molto importante nella tutela della salute dei bambini e dei neonati, in questa pagina potrete trovare alcuni consigli utili per i neo-genitori ma non solo. Affronteremo diversi argomenti come il sonno, l'alimentazione, i vaccini e i farmaci (due argomenti trattati in diversi testi correlati presenti in fondo a questa scheda), daremo inoltre alcune informazioni sullo sviluppo e la crescita del lattante nei primi mesi e consigli sulla cura del neonato nei primi giorni. Nella parte finale della pagina sono inoltre raccolti i link a numerosi articoli di approfondimento sulla salute del neonato e del bambino.

Sonno del neonato

Per rendere più facile il riposo del neonato è importante mantenere ogni giorno gli stessi ritmi e le stesse abitudini, un consiglio che non vale solo per il lattante ma andrebbe seguito anche dai bambini e dagli adulti. L'ambiente ideale per il sonno del neonato deve essere prima di tutto tranquillo, con una luce soffusa e una temperatura ne troppo calda ne troppo fredda (l'ideale è una temperatura compresa tra i 18 e i 20°), attenzione anche all'umidità dell'aria che non deve essere troppo secca.

Il lettino deve essere sicuro, con bordi ed angoli arrotondati, privo di elementi potenzialmente pericolosi come giocattoli e peluche. Quando si mette il lattante a letto non bisogna avvolgerlo stretto nelle coperte, non deve essere eccessivamente coperto e non bisogna coprire mai il viso al fine di evitare un possibile soffocamento. Dovrebbe dormire a pancia in su, al massimo su un fianco (mai a pancia in giù), su un materasso rigido e senza cuscino. Tutti questi accorgimenti sono importanti per prevenire la SIDS, per maggiori informazioni vi rimandiamo alla pagina sulla Sindrome della morte improvvisa del lattante. Quando il bambino è ancora molto piccolo, per fargli mantenere la posizione adagiata su di un fianco, si può sistemare una copertina o un asciugamano piegato dietro la sua schiena (da inserire però sotto al lenzuolo principale dove dorme per evitare che muovendosi questo possa spostarsi e finirgli in faccia).

Un altro accorgimento che i genitori possono prendere, sopratutto quando il neonato è molto piccolo e sposta poco la testa, è quello di alternare il lato destro con il sinistro per prevenire la possibilità che la testa, stando sempre dallo stesso lato, possa diventare leggermente asimmetrica. Per farvi un'idea di quanto dovrebbe dormire il piccolo potete consultare la pagina dedicata al sonno dei bambini: tabella ore di sonno da neonati ad anziani.

Latte neonati

Si sa che il latte materno è il miglio alimento per la salute del neonato, anche se all'inizio l'allattamento può richiedere un po' di tempo e pazienza, superato il primo periodo diventa un'operazione abbastanza semplice e automatica.

L'allattamento al seno è il modo migliore per garantire una buona crescita del bambino in quanto è un alimento completo, sempre disponibile alla temperatura giusta, facilmente digeribile e assorbibile, inoltre, protegge il piccolo anche da diverse malattie (diarree, infezioni respiratorie e urinarie, allergie, ecc.).

Durante il periodo dell'allattamento è molto importante l'alimentazione della mamma, deve infatti seguire una dieta equilibrata e variegata ricca di vitamine e sali minerali come ad esempio ferro, calcio e magnesio. Anche se non sempre, in alcuni casi particolari alimenti potrebbero rendere più difficile l'allattamento perché danno un odore, o un sapore, sgradevole al latte, gli alimenti che andrebbero evitati sono: asparagi, crostacei, cipolla, aglio, cavolo e cavolfiore. Moderazione anche con l'assunzione di altri alimenti quali: caffè, te, spezie e cioccolato. Gli alcolici, come il fumo e il fumo passivo, vanno evitati , è invece importante bere molta acqua.

In alcuni casi può capitare che il latte materno non arriva o per altri motivi non si possa allattare, in queste circostanze è possibile usare un latte in polvere formulato appositamente per i bambini fino ai 6 mesi. Successivamente è preferibile continuare con un latte di "proseguimento", liquido o in polvere, almeno fino al compimento del 12esimo mese.

Bagnetto neonato

Il primo bagnetto si può fare quando c'è stata la completa cicatrizzazione dell'ombelico e il cordone ombelicale è caduto da alcuni giorni. Superato questo periodo non c'è un periodo preciso della giornata migliore di un altro, si può fare indifferentemente prima o dopo i pasti stando attenti che la temperatura dell'acqua sia tra i 36 e i 38° C. Non tutti i bambini hanno la stessa esperienza con il bagnetto, alcuni sono molto soddisfatti e amano essere lavati tutti giorni mentre altri sono più reticenti verso questo appuntamento (in questo caso si possono lavare ad esempio ogni tre giorni).

Sopratutto le prime volte, è importante far abituare con pazienza i bambini a questa nuova esperienza immergendoli piano piano e parlandogli con tono rassicurante. Meglio preparare preventivamente, vicino alla vaschetta, un asciugamano caldo per avvolgerlo dopo il bagnetto, il bambino non deve essere mai lasciato incustodito nell'acqua . Bisogna ricordarsi inoltre di utilizzare, senza esagerare nelle dosi, dei saponi neutri appropriati per neonati.

Sviluppo e crescita neonato primi mesi

Il primo anno di vita è cruciale per il bambino, in questi mesi non cresce solo fisicamente ma continuano a svilupparsi organi molto importanti come ad esempio il cervello. Oggi, rispetto al passato, si ha la consapevolezza che il cervello umano non è completamente sviluppato al momento della nascita. Sebbene dopo il parto la natura fornisce al cervello del neonato la maggioranza delle cellule (neuroni e altre cellule cerebrali) di cui ha bisogno, nel corso dei primi 12 mesi di vita la crescita cerebrale è notevolissima soprattutto grazie alla formazione di centinaia di miliardi di connessioni tra cellule (sinapsi) che sono la chiave dell'apprendimento e della memoria. Dopo la nascita c'è un periodo di circa 9 mesi, battezzato esogestazione, durante il quale si completano alcuni aspetti fisici e fisiologici che hanno avuto inizio durante l'endogestazione (i classici 9 mesi, o 41 settimane, della gravidanza fisiologica).

Vediamo ora qual è lo sviluppo motorio e cognitivo nei vari mesi (da 0 a 12):

Neonato 0-2 mesi

Sviluppo motorio: arrivato al secondo mese il neonato riesce a solleva e gira il capo in posizione supina.

Sviluppo cognitivo: tra la fine del primo mese e l'inizio del secondo, fissa il volto della madre e lo segue con lo sguardo, inizia a sorride in modo non direzionato.

Neonato 2-4 mesi

Sviluppo motorio: tra il secondo e il quarto mese riesce a solleva il capo di circa 45° in posizione prona.

Sviluppo cognitivo: inizia a girare la testa da una parte all'altra in risposta a stimoli sonori a livello dell'orecchio (riesce a localizzare i suoni). Vocalizza in risposta a voci familiari, in questi mesi compare il sorriso in risposta a stimolazioni (sorriso sociale).

Neonato 4 mesi

Sviluppo motorio: al quarto mese la muscolatura del collo è abbastanza sviluppata per controllare il capo in posizione seduta. Quando si trova in posizione prona riesce a sollevare la testa di circa 90°. Si gira dalla posizione supina a quella su un lato. Cerca di afferrare gli oggetti con le mani e inizia portare gli alla bocca.

Sviluppo cognitivo: la vista pian paino migliora e inizia a vedere bene da vicino, ride, inizia a ricordare alcune cose e "anticipa la pappa" quando vede il biberon.

Neonato 6 mesi

Sviluppo motorio: riesce a sollevare la testa e il corpo appoggiandosi sulle braccia, riesce a stare seduto sul seggiolino, si gira dalla posizione supina a quella prona e afferra con decisione gli oggetti.

Sviluppo cognitivo: localizza suoni anche lontani, inizia a imitare suoni e rumori, riconosce i genitori e mostra di aver paura degli estranei. Inizia a vocalizzare allo specchio e agli oggetti.

Neonato 9 mesi

Sviluppo motorio: giunto al nono mese il neonato riesce a stare seduto per lunghi periodi con sostegno. ha acquisito la capacità di gattonare e può iniziare a a tirarsi su in piedi con appoggio. Può afferrare gli oggetti con la "pinza" formata da pollice e indice.

Sviluppo cognitivo: capisce che gli oggetti continuano a esistere anche quando sono fuori dalla (persistenza dell' oggetto). Riesce a rispondere a ordini semplici e capisce il significato del "no". Inizia la lallazione imitando i suoni del linguaggio e ha paura di rimanere solo.

Neonato 12 mesi

Sviluppo motorio: al dodicesimo mese il bambino riesce a stare seduto senza appoggio e può camminare da solo o con il sostegno di una mano.

Sviluppo cognitivo: riesce a seguire un oggetto che si muove velocemente, comprende diverse parole e inizia a dire "mamma" ,"papà" e almeno altre due parole. Inizia ad associare i nomi agli oggetti e cerca di imitare i versi degli animali.

Patologie che possono interessare neonati e bambini

Igiene personale bambini

Approfondimenti e Pubblicazioni Scientifiche relative alla Salute del neonato e del bambino

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook