UniversONline.it

Esami diagnostici e Analsi - Una malattia, per essere ben curata, prima di tutto deve essere diagnosticata correttamente, per questo motivo gli esami diagnostici sono molto importanti

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Esami diagnostici e Analsi

Una malattia, per essere ben curata, prima di tutto deve essere diagnosticata correttamente, per questo motivo gli esami diagnostici sono molto importanti. Il medico, o lo specialista, parte dall'analisi (mediante ragionamento analogico) dei vari sintomi e segni presenti nel malato. Nella prima fase della diagnosi vengono distinti i sintomi principali da quelli secondari, in questo modo si stabilisce quali sintomi della patologia sono primitivi e quali invece devono essere considerati come conseguenza dei primi. Successivamente, aiutato nella maggior pare dei casi anche dai risultati degli esami diagnostici, il medico decide a quali delle diverse patologie note corrisponde maggiormente lo stato morboso analizzato.

Da qualche anno, in alcune regioni, le prescrizioni specialistiche devono contenere l'indicazione del quesito diagnostico prevalente che ne motiva la richiesta. Nelle richiesta di esami, o visite mediche, deve quindi essere riportata la diagnosi già accertata o sospettata, oppure il sintomo principale.

Non sempre un esame diagnostico si fa perché vi è un qualche sintomo che mette in allarme la persona, nel caso degli screaning si selezionano gruppi abbastanza numerosi di persone per scoprire gli eventuali segni di una malattia prima dell'insorgenza dei sintomi. Molto importanti sono ad esempio gli screening oncologici che hanno il compito di individuare precocemente i tumori, o i loro precursori, quando non hanno ancora dato segno di sé. Uno fra tanti potrebbe essere ad esempio lo screening della mammella, un programma di prevenzione offerto a tutte le donne con un'età compresa tra i 50 e i 69 anni; tali donne possono effettuare gratuitamente un esame mammografico: un esame diagnostico, della durata di 10 minuti, da ripetere ogni due anni. Altrettanto importanti sono gli screaning neonatali, questi permettono di individuare precocemente determinate malattie e, se possibile, curare la patologia sin dai primi giorni di vita migliorando in modo significativo la prognosi, riducendone la morbilità, il rischio di disabilità e di mortalità.

Un'altra situazione dove si effettuano dei controlli in assenza di sintomi specifici è il periodo della gestazione, gli esami in gravidanza sono molto importanti per escludere che vi siano fattori di rischio che possano interferire con il buon andamento della gravidanza. La gestante dovrà effettuare periodicamente alcuni esami, come quelli del sangue, mentre altri saranno effettuati una sola volta, come ad esempio la curva glicemica (utile per sapere se c'è diabete gestazionale).

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook