UniversONline.it

Valori glicemia: glucometro e insulina - Per i diabetici, l'autocontrollo è la chiave indispensabile per una buona qualità di vita. Non esistono delle regole uguali per tutti ma ogni paziente, con...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Valori glicemia: glucometro e insulina

Introduzione

Per i diabetici, l'autocontrollo è la chiave "indispensabile" per una buona qualità di vita. Non esistono delle regole uguali per tutti ma ogni paziente, con l'aiuto del servizio diabetologico, riuscirà a definire la tipologia di autocontrollo più adatto alla sua situazione.

Uno degli obiettivi principali della gestione del diabete è mantenere la glicemia il più possibile all'interno dell'intervallo di normalità (euglicemia) nell'arco dell'intera giornata. Per misurare il raggiungimento di questo fondamentale obiettivo è necessario eseguire controlli domiciliari quotidiani dei livelli di glucosio nel sangue.

L'educazione all'autocontrollo è quindi un vero e proprio strumento terapeutico da impartire con lo stesso rigore con il quale si somministrano i farmaci. Poiché l'educazione non è scindibile dal trattamento, sarà compito del personale di assistenza educare il diabetico.

Attraverso l'autocontrollo della glicemia è possibile ottenere diverse informazioni:

  • La valutazione immediata del compenso;

  • L'impostazione di una terapia personalizzata;

  • Una migliore gestione del tempo dedicato.

In base ai dati della letteratura e alle linee guida delle Società Scientifiche, le indicazioni e le modalità dell'autocontrollo domiciliare della glicemia variano in relazione al tipo di diabete e di terapia ipoglicemizzante praticata.

I glucometri

I glucometri sono gli strumenti più pratici e convenienti per l'autocontrollo della glicemia. Molti sono i modelli disponibili prodotti dalle migliori case quali: Bayer Diagnostici, Lifescan, Roche Diagnostici.

Gli apparecchi portatili per la determinazione rapida della glicemia su sangue capillare costituiscono il mezzo indispensabile per l'autocontrollo glicemico da parte del paziente. Consentono di misurare la glicemia su sangue intero, di solito sangue capillare ottenuto dalla puntura del polpastrello di un dito o sedi alternative. La goccia di sangue viene posta su una striscia reattiva inserita nello strumento per la lettura. Il principio su cui si basa la misura dei più comuni glucometri validati per uso clinico consiste nella quantificazione di una reazione enzimatica, l'ossidazione del glucosio, che risulta proporzionale alla sua concentrazione nel sangue. La reazione avviene ponendo un campione di sangue su una striscia reattiva alla glucosio-ossidasi.

I glucometri possono essere di diverso tipo in funzione delle dimensioni, del tempo necessario per fornire il risultato, della memoria, e dell'entità del prelievo necessario per effettuare la misurazione. I glucometri più avanzati consentono di effettuare il test con una piccolissima goccia di sangue (0,3ml), sono interfacciabili con un computer nel quale si possono scaricare i dati e forniscono il risultato della misurazione in pochi secondi.

Alcuni fattori possono influenzare il risultato della misura (variazione dell'ematocrito, altitudine, temperatura e umidità dell'ambiente, ipossiemia, ipertrigliceridemia), anche se tale influenza non risulta sempre clinicamente rilevante.

L'affidabilità della glicemia non dipende soltanto dall'accuratezza analitica dello strumento, ma anche dalle capacità dell'operatore e dalla qualità delle strisce reattive. Affinché l'errore totale (errore analitico + errore operatore-dipendente) sia inferiore al 10 per cento, a un glucometro affidabile è indispensabile affiancare un operatore a sua volta affidabile. Per l'automonitoraggio è dunque indispensabile un addestramento del paziente o dei familiari all'uso dello strumento.

Valori glicemia e Insulina

L'insulina è un ormone, prodotto dal pancreas, che consente al glucosio l'ingresso nelle cellule e il suo conseguente utilizzo come fonte energetica. Quando questo meccanismo è alterato, il glucosio si accumula nel circolo sanguigno (iperglicemia).

Le persone diabetiche soffrono di un'eccessiva concentrazione di glucosio nel sangue, questo può accadere per diverse ragioni: il loro organismo non riesce a produrre, totalmente o parzialmente, l'insulina, o non riesce ad utilizzarlo completamente. Quando si verifica un innalzamento del livello di zuccheri nel sangue si dice che c'è un aumento della glicemia.

La glicemia si misura in milligrammi per decilitro (mg/dl) o in millimoli per litro (mmol/l). Si parla di diabete quando la glicemia misurata a digiuno, almeno due volte a distanza di una settimana, è uguale o superiore a 126 mg/dl.

Non tutti i tipi di diabete necessitano di iniezioni di insulina. Mentre il diabete insulino dipendente (diabete di tipo I) necessita sempre di iniezioni di insulina poiché il pancreas non e in grado di produrre insulina, nel diabete non insulino dipendente (diabete di tipo II) queste non sono necessarie. Tuttavia, anche nel diabete di tipo 2, in alcuni casi sono necessarie le iniezioni di insulina.

L'iniezione dell'insulina va eseguita possibilmente in zone del corpo sempre diverse, soprattutto quando si usano terapie di tipo intensivo (3-4 iniezioni giornaliere), in questo modo non si sensibilizza eccessivamente la zona dell'iniezione e non si corrono rischi di lipoipertrofie.

Nel campo della somministrazione dell'insulina la medicina sta facendo notevoli progressi anche se in molti casi si parla ancora di metodi sperimentali. Di seguito riportiamo alcuni articoli relativi alle tecniche alternative che si spera potranno sostituire le fastidiose punture. Purtroppo c'è da evidenziare che alcune di queste non possono essere adottate in qualsiasi paziente ma con il tempo si riuscirà a migliorare la qualità della vita di tutti i diabetici.

Condividi questa pagina

Invia pagina
Glucometri per il diabete

Tipi di diabete

Diabete di tipo 1

Diabete di tipo 2

Diabete secondario

Diabete gestazionale

Conseguenze del diabete

Valori glicemia e glucometro

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook