UniversONline.it

Tecnologia economicamente gratificante - Scienze - Articoli di Tecnologia : Tecnologia economicamente gratificante - C'è Steve Jobs, che ha iniziato nel suo leggendario garage e che continua a...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Tecnologia economicamente gratificante

Tecnologia gratificante

C'è Steve Jobs, che ha iniziato nel suo leggendario garage e che continua a stupire il mondo con il design dei suoi Mac. C'è Steve Case che portando internet alle masse con la sua Aol ha finito per comprarsi Time-Warner. Ci sono personaggi coloriti come Larry Ellison Jim Barksdale e naturalmente c'è anche lui, Bill Gates, l'uomo più ricco del mondo. Nel suo quarto di secolo di storia, il mondo dei pc, del software e di Internet ha prodotto una lunga serie di personaggi che hanno finito per riempire non solo le pagine finanziarie dei giornali ma anche quelle della cronaca, trasformandosi nei nostri nuovi eroi moderni. Poi c'è Michael Dell. Sin da quando, 18 anni fa ha iniziato a vendere computers ai suoi compagni di dormitorio all'Università  di Austin, Dell ha sempre operato nell'ombra: dopotutto, non ha mai inventato niente di rivoluzionario, ha solo saputo applicare ai personal il concetto della vendita diretta e senza intermediari. Ma mentre l'industria dei pc continua ad accumulare morti e feriti, con la gateway in ritirata, l'Ibm ridotta a rinunciare ai computer da tavolo e Hewlett Packard e Compaq costrette ad un matrimonio di convenienza, la Dell continua a sfidare la forza di gravità . Senza citare dati noiosi sappiate che il 2001 è stato per il mondo9 del computer un anno orribile. Dell invece è il numero uno. Pensate che in America un computer venduto su quattro porta il suo nome, e nel mondo si è quasi uno su sei. Quando gli altri ci rimettono miliardi di perdite in fatturato, lui pur sotto del 16% ha profitti pari a 1,7 miliardi di dollari.

Insomma arrivato a trentasei anni Dell potrebbe considerarsi soddisfatto, con una fortuna personale di circa 16 miliardi di dollari è l'uomo più ricco del mondo al di sotto dei 40 anni.

E pensare che il suo obiettivo è di conquistare il 40 per cento del mercato mondiale.

In più si come ama le sfide vuole conquistare anche nuovi mercati, buttandosi nel business dei router e nel mondo dei server, sfidando cosଠCisco e IBM.

Buon lavoro Michael.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook