UniversONline.it

Batterie stampabili - Scienze - Articoli di Tecnologia : Batterie stampabili - Un nuovo tipo di batteria a bassa potenza, che non necessita di alcun contenitore ed č abbastanza

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Batterie stampabili

Batterie stampabili

Un nuovo tipo di batteria a bassa potenza, che non necessita di alcun contenitore ed č abbastanza sottile da poter essere stampata sulla carta, sarą  presto pronta per essere immessa sul mercato.

L'energia della batteria deriva da una miscela chimica segreta capace di produrre 20 milliampere per oracon un voltaggio di 1,5 volt per ogni centimetro quadro stampato. Il materiale di cui č costituita la batteria č spesso circa mezzo millimetro e potrebbe costare, se prodotto in serie, poche lire per centimetro quadrato, annuncia la compagnia Power Paper, sita in Israele.

La nuova batteria č formata da tre diversi strati. Quelli esterni sono costituiti dalle convenzionali componenti in zinco e biossido di manganese quali anodo e catodo, mentre al centro del sandwich la fonte chimica dell'energia della batteria rimane ancora un segreto gelosamente custodito.

La Power Paper sostiene che il materiale non č nč tossico nč corrosivo, cosą¬ la batteria puņ essere utilizzata con sicurezza senza alcun rivestimento.

Ma in che cosa consiste la formula segreta? "Noi la chiamiamo formula della Coca-cola", riferisce Zohar Sagi, direttore generale della Power Paper. "Tecnicamente funziona proprio come ogni altra batteria, ma č possibile ritagliare il nostro prodotto in qualsiasi forma e dimensione necessaria al suo utilizzo pratico".

La batteria sarą  prima di tutto utilizzata per alimentare piccole luci scintillanti e musichette su biglietti pubblicitari ed altri prodotti promozionali.

La filiale dell'azienda di Hong Kong sta al momento costruendo i primi prototipi di questi oggetti, tra cui cartoline d'auguri e tappetini per mouse.

Sagi progetta di utilizzare il nuovo tipo di batteria per alimentare le componenti elettroniche delle etichette e delle carte di credito, permettendo a questi piccoli oggetti di immagazzinare, visualizzare ed inviare dati.

Le batterie potrebbero anche essere utilizzate per alimentare piccoli congegni medici, equipaggiamento diagnostico e persino i cerotti che rilasciano i farmaci attraverso la pelle.

Un compagnia medica tedesca, la KSW Microtech, sta gią  utilizzando la batteria per alimentare il sistema di monitoraggio della temperatura delle riserve di sangue. La compagnia ha inserito un piccolo chip con un termometro all'esterno di ogni sacca di sangue, che senza l'utilizzo di cavi trasmette i dati sulla temperatura ad un computer vicino.

John Irvine, del the Centre for Advanced Materials all'Universitą  di St Andrews, afferma che la batteria potrebbe anche essere utilizzata per le manifatture elettroniche, che potrebbero cosą¬ contenere al loro interno la fonte d'energia che li alimenta.

Benchč l'identitą  delle componenti chimiche non sia stata ancora rivelata, Saad Khan, chimico ricercatore dell'Universitą  di Stato del Nord Carolina, annuncia che molti gruppi di ricercatori stanno lavorando su materiali polimerici per batterie. Ma, continua, molti di questi non possono essere considerati del tutto atossici.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook