UniversONline.it

'Frogbot', l'ultimo robot che imita la vita - Scienze - Articoli di Tecnologia : 'Frogbot', l'ultimo robot che imita la vita - Negli scorsi anni abbiamo osservato lo sviluppo dei robot creati ad immagine...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

"Frog bot", l'ultimo robot che imita la vita

Frog bot - Frogbot

Negli scorsi anni abbiamo osservato lo sviluppo dei robot creati ad immagine di creature viventi: robot che strisciano, camminano e, adesso, robot che saltano.

L'ultimo prototipo per l'esplorazione planetaria dalla NASA è stato realizzato proprio pensando alla comune rana che tutti conosciamo. Il modello definitivo, un triangolo di plastica e metallo con una grossa molla sul suo lungo piede, non assomiglia realmente ad una rana, ma basta vederlo in movimento per capire a cosa sia dovuto il suo nome (che in italiano suonerebbe come "ranabot").

Grazie alla sua taglia ridotta, all'incirca la grandezza di una racchetta da tennis, il frogbot non è in grado di trasportare più di uno strumento scientifico. La speranza è che in futuro il meccanismo di salto possa essere parte integrante dei robot utilizzati per l'esplorazione di altri pianeti. Insieme ai robot su ruote e a quelli che imitano i movimenti degli altri animali, il Frogbot sarà  dotato di sufficiente adattabilità  da aggirare gli ostacoli che potrebbe incontrare durante un'esplorazione planetaria.

Serpenti e insetti robotici

insetti robotici

Le rane, come detto, non sono i soli animali il cui movimento è stato studiato ed imitato per la realizzazione di robot. L'animatore grafico Miller, nel dicembre 1999, stava lavorando sulla quinta versione del suo robot serpentiforme. Come la rana, questo potrebbe essere utilizzato nell'esplorazione planetaria o persino nelle ricerche o nelle missioni di recupero laddove l'intervento umano non sarebbe possibile a causa della conformazione del terreno.

Tornando indietro, nel 1995, possiamo assistere al lavoro di Mark Tildon, ingegnere robotico, che ha dato vita a parecchi robot di foggia insettoide, chiamati biomorfi. Meno sofisticati dei robot sviluppati dalla NASA, alcuni di questi sono stati persino realizzati utilizzando componenti di walkman. Essi sono però piuttosto robusti, e poichè non dispongono di un cervello computerizzato, non hanno bisogno di programmazione per potersi muovere.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Altri articoli correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook