UniversONline.it

Il ruolo del metano nel riscaldamento globale - Il ruolo del metano nel riscaldamento globale - Circa 55 milioni di anni fa, durante il Paleocene, la Terra subଠun forte riscaldamento globale che

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Il ruolo del metano nel riscaldamento globale

riscaldamento globale

Circa 55 milioni di anni fa, durante il Paleocene, la Terra subଠun forte riscaldamento globale che durò 100.000 anni e potò ad un innalzamento della temperatura media di circa otto gradi.

La causa scatenate di questo episodio, secondo gli scienziati, fu un rilascio di ingenti quantità  di metano congelato, uno dei cosiddetti gas serra, dal fondo del mare. Purtroppo però questa teoria non era supportata dai segni che un avvenimento di questo genere avrebbe dovuto lasciare, ossia le tracce di anidride carbonica prodottasi in seguito all'ingresso del metano nell'atmosfera. Ora però sono emerse nuove prove che sembrano finalmente offrire a questa teoria le certezze tanto a lungo cercate.

In precedenza i ricercatori ritenevano che il metano rilasciato in quell'occasione fosse stato completamente convertito in anidride carbonica. Utilizzando invece una simulazione al computer basata sul modello climatico di quel periodo Gavin Schmidt e i suoi colleghi del Goddard Institute for Space Studies della NASA hanno mostrato che il processo atmosferico che porta alla conversione del metano in anidride carbonica si esaurisce rapidamente. Il metano in eccesso si è quindi diffuso nell'atmosfera dove per centinaia di anni ha contribuito al riscaldamento dell'ambiente. "Dieci anni di metano sono un conto, ma centinaia d'anni di presenza di questo gas nell'atmosfera sono più che sufficienti a provocare un deciso aumento della temperatura, sciogliere i ghiacci e modificare l'intero sistema climatico", afferma Schmidt, "per cui dobbiamo risolvere questo enigma".

Secondo lo studioso i risultati della ricerca costituiscono un fattore importante nella comprensione dell'attuale processo di riscaldamento globale. "Se state pensando di ridurre l'intensità  dei futuri cambiamenti climatici, dovete considerare non solo l'anidride carbonica, ma anche gli altri gas serra come il metano e i clorofluorocarburi". "Questo vi metterà  di fronte ad un quadro più completo e, in poche parole, potrebbe rivelarsi economicamente più vantaggioso ridurre il metano nell'atmosfera piuttosto che l'anidride carbonica".

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook