UniversONline.it

Diabete, una capsula in alternativa alle iniezioni di insulina - Una capsula in grado di emulare le funzioni del pancreas potrebbe essere l'alternativa alle iniezioni di insulina nelle persone con diabete

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Diabete, una capsula in alternativa alle iniezioni di insulina

Capsula in alternativa alle iniezioni di insulina

Una capsula in grado di emulare le funzioni del pancreas potrebbe essere l'alternativa alle iniezioni di insulina nelle persone con diabete. La ViaCyte, una piccola startup di San Diego, ha ricavato una sorta di "pancreas artificiale" partendo dalle cellule staminali embrionali. Il trial clinico, iniziato qualche mese fa, per il momento sembra non aver evidenziato particolari problemi per l'uomo.

Kevin D'Amour, capo scienziato presso la ViaCyte, spiega che per il momento la capsula è stata testata su tre pazienti con ottimi risultati, sono stati rispettati tutti i trend di efficacia e di sicurezza. Alla base del pancreas artificiale, più piccolo di una caramella , ci sono delle cellule di pancreas parzialmente mature ricoperte da una membrana che lascia passare tutte le sostanze di cui le cellule pancreatiche hanno bisogno per "attivarsi" e che al contempo blocca il sistema immunitario che le annienterebbe. Attualmente non si sa bene per quanto tempo una capsula possa svolgere il suo compito, si ipotizza comunque una serie di impianti periodici per garantire la piena efficienza.

Anche altre due compagnie americane stanno lavorando a un pancreas artificiale di ridotte dimensioni, la Johnson e Johnson e un gruppo di ricercatori della Harvard University guidati dal biologo Douglas Melton. Nello studio condotto dalla Johnson e Johnson per il momento si è riusciti a guarire il diabete in alcune cavie utilizzando delle cellule in uno stadio leggermente più avanzato di quelle utilizzate dalla startup di San Diego. Il team di ricercatori dell'università di Harvard punta invece a impiantare direttamente delle cellule beta, responsabili della produzione dell'insulina, nei pazienti. In entrambi i casi i ricercatori utilizzano delle capsule per il loro scopo, i primi utilizzano delle capsule di polietilene mentre i secondi hanno optato per un rivestimento formato da un mix di idrogel e sostanze antinfiammatorie.

I test condotti per il momento da ViaCyte servono principalmente per valutare la sicurezza, gli esperti evidenziano però che si aspettano di vedere già qualche beneficio anche per la salute dei pazienti diabetici. A breve partiranno inoltre altri due test dove si testeranno delle varianti della capsula.

Pancreas e insulina

Per chi non lo sapesse il pancreas è un piccolo organo linguiforme, situato dietro lo stomaco, che ha il compito di elaborare due secrezioni. Una è il succo pancreatico, riversato nel canale intestinale, l'altra è l'insulina, riversata nella corrente sanguigna.

Nelle persone diabetiche vi è un' insufficiente secrezione di insulina. Nel processo digestivo normale, gli zuccheri, gli amidi e alcuni grassi e proteine sono trasformati in glucosio (speciale zucchero che il corpo brucia come combustibile). Il glucosio che rimane incombusto è immagazzinato, come grasso o glicogeno, nel fegato e nei muscoli. Se manca l'insulina non si avvia né il processo di combustione né l'immagazzinamento. L'organismo, per mancanza di insulina, non è più in condizione di bruciare gli alimenti e perciò preleva, come combustibile, le sue risorse di grasso. Se questo processo continua per molto tempo l'organismo cade in uno stato di coma. Le persone diabetiche sono quindi obbligate a periodiche iniezioni di insulina (circa ogni 5-6 ore).

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook