UniversONline.it

Tumore tiroide e inquinamento atmosferico - Negli ultimi 20 anni l'incidenza del tumore della tiroide è quasi triplicata, un incremento che vede tra le cause anche l'inquinamento atmosferico

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Tumore tiroide e inquinamento atmosferico

Tumore tiroide e inquinamento atmosferico

Negli ultimi 20 anni l'incidenza del tumore della tiroide è quasi triplicata, un incremento che vede tra le possibili cause anche l'inquinamento atmosferico. Attualmente, nel nostro Paese, il tumore della tiroide è considerato un cancro raro in quanto costituisce solo il 2 per cento di tutti i tumori, l'aumento del numero dei casi incomincia però a preoccupare gli esperti. Gli ultimi dati che interessano la tiroide arrivano dal 7° Congresso dell'Associazione Italiana Tiroide (Ait - XXXI Giornate Italiane della Tiroide - Roma, Dicembre 2013).

Paolo Vitti (segretario Ait) evidenzia che in base agli ultimi dati disponibili, in Italia, ogni anno si registrano circa 14 mila nuovi casi di tumori che coinvolgono la ghiandola tiroidea. Una neoplasia che sembra colpire in particolar modo le donne in quanto solo 3mila casi riguardano gli uomini. Se da una parte il magior numero di casi registrato può avere tra le cause l'esposizione a sostanze tossiche o la carenza di iodio, non bisogna sottovalutare il miglioramento delle capacità diagnostiche.

Mediante i nuovi strumento oggi si riesce a diagnosticare i tumori in uno stadio molto iniziale, un aspetto che ha permesso di migliorare notevolmente le condizioni di salute dei pazienti. E' proprio grazie a una diagnosi precoce che la mortalità è rimasta costante pur essendo aumentata l'incidenza del tumore alla tiroide.

Uno studio Italiano, presentato nel 2006 in occasione dell'International Congress on Thyroid Cancer Management, confermò che vivere in zone vulcaniche aumenta il rischio di tumore alla tiroide. Gli esperti spiegano però che attualmente non è stato provato in via definitiva il legame tra l'inquinanti e questo tipo di neoplasia. Paolo Vitti evidenzia che i rifiuti tossici sono fortemente sospettati ma non ci sono ancora delle prove definitive in quanto mancano dei registri dei tumori specifici per poter trarre delle conclusioni certe.

L'esposizione alle radiazioni, comprese quelle derivanti da alcuni test diagnostici, è invece una causa accertata di aumento del rischio di tumore alla tiroide. Massimo Salvatori, dell'università Cattolica di Roma, spiega che alcuni esami come la Tac comportano un piccolo aumento dei tumori tiroidei. Bisogna quindi tenerne conto in particolari situazioni, per esempio se i pazienti sono bambini, ma non bisogna fare allarmismi. In passato anche la mammografia era finita sotto accusa ma, studi più approfonditi, hanno rilevato che l'aumento del rischio è così piccolo che per avere 56 casi in più di tumore alla tiroide ci vorrebbero un miliardo di donne che fanno il test.

Il tumore della tiroide

Anche se il tumore della tiroide si può manifestare a tutte le età, ha la massima incidenza tra i 25 e i 60anni. Questo tipo di neoplasia colpisce prevalentemente le donne ed è molto rara nei bambini. Attualmente la sopravivenza al tumore della tiroide è molto alta, gli ultimi numeri parlano di un dato superiore al 90 per cento a 5 anni nelle forme differenziate. Il tumore della tiroide originano nella maggior parte dei casi dalle cellule follicolari (che compongono il tessuto tiroideo insieme alle cellule parafollicolari o C). Tutte le forme di cancro a carico di ghiandole prendono il nome di adenocarcinomi: nel caso della tiroide si può avere un adenocarcinoma papillare (oltre il 75 per cento dei casi) o un adenocarcinoma follicolare (circa il 15 per cento). Vi sono poi forme tumorali a carico delle cellule parafollicolari (vicine a quelle che producono gli ormoni) dette carcinoma midollare della tiroide (meno del 5 per cento dei casi).

Sintomi tumore tiroide

Il sintomo più comune del tumore della tiroide è un nodulo isolato all'interno della ghiandola. Si può sentire tra le dita toccando il collo in corrispondenza della tiroide (l'organo è situato nell'area anteriore del collo alla base della gola). E' bene però evidenziare che non tutti i noduli tiroidei nascondono forme di cancro, anzi: spesso sono il segno della cosiddetta iperplasia tiroidea, ovvero una forma benigna di crescita ghiandolare. I noduli possono essere più d'uno e, in alcuni casi, il cancro può manifestarsi con una massa imponente a livello del collo, sia in corrispondenza della tiroide sia in corrispondenza dei relativi linfonodi.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook