UniversONline.it

Trapianto di fegato: grazie alle staminali niente più liste d'attesa - Le liste d'attesa per il trapianto di fegato tra qualche anno potrebbero non esistere più, chi necessita di un fegato nuovo potrà avere un organo creato in...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Trapianto di fegato: grazie alle staminali niente più liste d'attesa

Trapianto di fegato

Le liste d'attesa per il trapianto di fegato tra qualche anno potrebbero non esistere più, chi necessita di un fegato nuovo potrà avere un organo creato in laboratorio dalle sue stesse cellule. Un gruppo di ricercatori della Yokohama City University (Giappone), grazie alla riprogrammazione di cellule adulte, ha ottenuto delle cellule staminali pluripotenti indotte (abbreviate con la sigla iPS o iPSCs) dalle quali si è riusciti a generare un fegato funzionante. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Nature (Miniature human liver grown in mice - Cells self-organize and grow into functional organs after transplantation - doi: 10 1038 / nature 2013 13324 - Luglio 2013).

Takanori Takebe, biologo delle cellule staminali presso il Dipartimento di Medicina Rigenerativa dell'università giapponese di Yokohama City e coordinatore dello studio, spiega che questo importante risultato è frutto di un evento inatteso. Mentre si stava cercando il modo di vascolarizzare i tessuti del fegato si è osservato che alcune cellule si auto-organizzarsi in strutture complesse. Solo successivamente, dopo numerosi tentativi, si è riusciti a creare delle gemme di fegato. Dei "mattoni" centrali nel formazione di un organo in quanto queste cellule definite gemme inducono lo sviluppo di altre cellule.

Le gemme di fegato ricreate in vitro partendo da cellule staminali umane sono state poi trapiantate su alcuni topi con insufficienza epatica. Dopo il trapianto le gemme di fegato hanno continuato a proliferare, dando vita a cellule con funzioni specificatamente epatiche, scongiurando la morte delle cavie.

I ricercatori spiegano che in teoria si potrebbe già effettuare una sperimentazione clinica, quello che però manca è una tecnica che consenta di creare un numero sufficiente di gemme di fegato da trapiantare sull'uomo, un traguardo che si spera di raggiungere entro 7-10 anni. Il fegato è un o degli organi più grandi del corpo umano e contiene oltre mille miliardi di cellule. Poter produrre un numero significativo di gemme, tenendo i costi contenuti, è quindi una grande sfida per i ricercatori.

La tecnica messa a punto in questo studio potrebbe essere utilizzata anche per la creazione di altri organi come il pancreas, i reni e i polmoni. Prima ancora di arrivare alla sperimentazione sull'uomo i ricercatori vorrebbero poi provare ad infondere le gemme epatiche attraverso il flusso sanguigno, una metodologia che potrebbe essere utile nei casi di insufficienza epatica.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook