UniversONline.it

Vaccino meningite: disponibile per bambini, adolescenti e adulti - Il vaccino per la meningite sarà disponibile a partire dalla fine del 2013 e, a seconda delle regioni, verrà somministrato gratuitamente ai bambini di età...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Vaccino meningite: disponibile per bambini, adolescenti e adulti

Vaccino meningite: disponibile per bambini, adolescenti e adulti

Il vaccino per la meningite sarà disponibile a partire dalla fine del 2013 e, a seconda delle regioni, verrà somministrato gratuitamente ai bambini di età inferiore all'anno. Superato il 12esimo mese le dosi si riducono a due e, facoltativamente, si possono vaccinare anche gli adolescenti e gli adulti. In questi casi il vaccino non sarà però gratuito. Il vaccino è efficace contro la meningite meningococcica causata dal ceppo B, la forma più diffusa in Italia responsabile di oltre il 60 per cento dei casi di meningite da meningococco.

La meningite è particolarmente pericolosa nei bambini con meno di un anno in quanto ha un decorso talmente rapido che può uccidere in meno di 24 ore e, anche in caso di superamento della patologia, può lasciare disabilità permanenti. Il vaccino contro la meningite menigococcica causata dal ceppo B porta la firma di un italiano, Rino Rappuoli, attualmente responsabile Mondiale della Ricerca per la Novartis Vaccines and Diagnostics.

Ogni 10 minuti 1 persona muore nel mondo a causa della meningite e ogni minuto a 1 persona viene diagnosticata la malattia. La meningite può uccidere in sole 24 ore e spesso non viene diagnosticata correttamente. 1 caso su 10 ha esito fatale e 2 sopravvissuti su 10 riportano invalidità permanenti come: insufficienza renale, danni cerebrali, amputazione di arti, perdita dell'udito, ecc.. I bambini sono i più vulnerabili alla malattia: nel regno unito il 50 per cento dei casi è costituito da bambini della prima infanzia. In Europa i bambini hanno un rischio di contrarre la malattia 17 volte maggiore rispetto al resto della popolazione. In molti Paesi, la maggior parte dei casi di malattia meningococcica nei bambini piccoli è causata dal sierogruppo meningococcico B (MenB): 96 per cento nel Regno Unito, 86 per cento in Francia, 86 per cento in Australia, 85 per cento in Germania, 81 per cento in Canada e 77 per cento in Italia.

Molto spesso le cure vengono somministrate troppo tardi, pertanto il modo migliore per sconfiggere questa malattia è la prevenzione. Il vaccino contro il meningococco B andrà ad aggiungersi a quelli già disponibili ed è stato studiato per poter essere somministrato insieme al vaccino esavalente. Le prime tre delle quattro dosi vanno somministrate entro il primo anno di vita, il periodo dove la meningite meningococcica colpisce di più e più duramente.

Chiara Azzari, direttrice della Clinica Pediatrica presso l'Ospedale Meyer di Firenze, spiega che le fasce d'età maggiormente a rischio sono due: quella da 0 a 12 mesi e quella da 12 a 18 anni. La maggior incidenza è tra i 4 e gli 8 mesi, per ottenere una buona riduzione del rischio è quindi importante iniziare il programma vaccinale a 2 mesi.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook