UniversONline.it

Rimedi per i capelli bianchi e la vitiligine - Quando arrivano i primi capelli bianchi in certi casi si usano dei rimedi temporanei, come ad esempio l'henne o altre tinture per capelli, presto...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Rimedi per i capelli bianchi e la vitiligine

Rimedi per i capelli bianchi e la vitiligine

Quando arrivano i primi capelli bianchi in certi casi si usano dei rimedi temporanei, come ad esempio l'hennè o altre tinture per capelli, presto l'incanutimento potrebbe però avere una cura definitiva utile anche per la vitiligine. La nuova cura che potrebbe far abbandonare la pratica di coprire i capelli bianchi (un rimedio temporaneo che, a causa della ricrescita, richiede un ritocco periodico) è stata messa a punto presso il Center for skin sciences della University of Bradford (Regno Unito) in collaborazione con l'Institute for Pigmentary Disorders e alla EM Arndt University Greifswald (Germania).I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista FASEB (The Faseb Journal - New research in The FASEB Journal suggests that loss of skin or hair color can be corrected by a new compound "a pseudocatalase" that reverses oxidative stress - Maggio 2013).

L'alternativa alla tinta per i capelli è stata trovato casualmente dai ricercatori, Il loro obiettivo era infatti quello di trovare una cura per la vitiligine. Il campione coinvolto nello studio era costituito da 2.411 pazienti, provenienti da diversi Paesi europei, tutti afflitti da vitiligine, una malattia che si manifesta con la comparsa di chiazze bianche molto chiare sulla pelle. Del totale del campione 57 individui erano affetti da vitiligine segmentale (SSV) mentre 76 avevano una vitiligine mista (pazienti che presentano contemporaneamente vitiligine segmentale e non segmentale, patologia identificata con la sigla NSV).

Analizzando il campione di pazienti i ricercatori hanno scoperto che ad alcune forme della malattia corrisponde una evidente diminuzione delle capacità antiossidanti da parte di alcuni enzimi, una situazione che porta a un massiccio accumulo di stress ossidativo. Una delle conseguenze di questo processo è l'accumulo di perossido di idrogeno nel bulbo pilifero, situazione che fa diventare bianco il capello (tale sostanza potrebbe essere già nota a molti anche perché, in certi casi, il perossido di idrogeno viene usato volontariamente come composto per sbiancare i capelli).

La dottoressa Karin U. Schallreuter, dell'Institute for Pigmentary Disorders, spiega che dopo anni di sperimentazioni si è trovato un modo per contestare l'accumulo di perossido di idrogeno. I ricercatori hanno messo a punto una crema ad uso topico (locale) a base di un particolare enzima che, attivato attraverso l'esposizione ai raggi ultravioletti di tipo B, contribuisce alla ripigmentazione di capelli, ciglia e pelle.

I ricercatori evidenziano che questa cura non porta solo dei benefici di tipo estetico, la perdita localizzata e improvvisa di colore della pelle e dei capelli può infatti influenzare le persone in molti modi. Diversi studi hanno evidenziato come una ripigmentazione totale, ma anche parziale, si è dimostrata importante nel migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook