UniversONline.it

Problemi alla tiroide: sintomi ipotiroidismo - Solo il 20 percento degli italiani (1 su 5) conoscono le malattie della tiroide, patologie anche abbastanza diffuse come per esempio l'ipotiroidismo che...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Problemi alla tiroide: sintomi ipotiroidismo

Problemi alla tiroide: sintomi ipotiroidismo

Solo il 20 percento degli italiani (1 su 5) conoscono le malattie della tiroide, patologie anche abbastanza diffuse come per esempio l'ipotiroidismo che colpisce il 5 per cento della popolazione. Tutti, o quasi, sanno cosa è il diabete ma poche persone conoscono l'ipotiroidismo, eppure, entrambe le malattie, hanno la stessa incidenza nel nostro paese. Questo è uno dei dati che emerge da un'indagine DOXA promossa da IBSA Farmaceutici. I risultati dell'indagine sono stati presentati a Milano in occasione della conferenza "Le Malattie della Tiroide" (Aprile 2012).

Quando la tiroide funziona male il metabolismo rallenta e spesso non ci si rende conto di soffrire di ipotiroidismo. Questa patologia si può manifestare sia nell'adulto che nel bambino e la terapia si basa sull'assunzione dell'ormone carente. Quali sono i sintomi dell'ipotiroidismo? Fra i sintomi principali dell'ipotiroidismo troviamo: pelle secca, fragilità dei capelli, aumento di peso, depressione, infertilità. Poi per quanto riguarda le donne irregolarità mestruali mentre negli uomini ci potrebbero essere de problemi di disfunzioni sessuali come difficoltà di erezione e calo del desiderio. Se si sospetta la presenza di ipotiroidismo la diagnosi può essere confermata attraverso le analisi del sangue con la misurazione della concentrazione di TSH.

Vediamo qualche altro dato emerso dall'indagine DOXA. Le persone che affermavano di conoscere l'ipotiroidismo citavano come sintomi caratteristici della patologia l'ingrossamento del gozzo (51 percento degli intervistati) o gli occhi sporgenti (37 per cento degli intervistati). Gli esperti spiegano però che attualmente la situazione è diversa, oggi questi due fattori non sono più così diffusi e la patologia non è facile da identificare.

Aldo Pinchera, professore emerito di endocrinologia all'Università di Pisa, evidenzia che quando la tiroide non funziona, tutto l'organismo va in sofferenza. Per questo motivo è consigliato eseguire le prove di funzionalità tiroidea con una semplice analisi del sangue nei soggetti a rischio, quando c'è familiarità, e in età neonatale o in gravidanza.

Per sensibilizzare la popolazione ogni anno viene promossa la Settimana della tiroide, un evento che nel 2012 si svolgerà dal 18 al 25 maggio. Nel caso in cui si scoprisse di soffrire di ipotiroidismo non bisogna preoccuparsi in quanto è una malattia che può essere tranquillamente trattata con l'assunzione di levotiroxina, un farmaco disponibile in compresse o soluzione orale (da poco anche in flaconcini monodose) per facilitarne l'assunzione in caso di malassorbimento.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook