Vaccinazioni obbligatorie: neonati, bambini e anziani - Nel nostro paese ci sono vaccini obbligatori e altri facoltativi, non sempre però si sa quando bisogna farli e per questo motivo arriva in aiuto dei...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Vaccinazioni obbligatorie: neonati, bambini e anziani

Vaccinazioni obbligatorie in neonati e bambini

Nel nostro paese ci sono vaccini obbligatori e altri facoltativi, non sempre però si sa quando bisogna farli e per questo motivo arriva in aiuto dei cittadini il calendario vaccinale per la vita. Per alcune malattie (haemophilus influenzae tipo B, pertosse, morbillo, parotite e rosolia) il vaccino è facoltativo, il Ministero della Salute raccomanda comunque la vaccinazione dei bambini anche per queste patologie in quanto la prevenzione delle malattie infettive attraverso la pratica vaccinale costituisce un obiettivo di salute prioritario. L'obiettivo del calendario vaccinale per la vita è quello di pianificare le vaccinazioni dal periodo neo natale fino e oltre la terza età. Il "calendario" è stato messo a punto dalla Federazione italiana medici pediatri (Fimp) in collaborazione con la Federazione italiana medici di medicina generale (Fimmg) e la Società italiana di igiene (Siti).

Gli esperti spiegano che è importante mantenere viva l'attenzione sulle vaccinazioni. Il confronto tra le società scientifiche e le Autorità competenti per la promozione delle migliori evidenze scientifiche in campo vaccinale rappresenta una risorsa cruciale per futuri aggiornamenti del Piano Nazionale sulla Prevenzione Vaccinale. Tra le indicazioni inserite nel progetto c'è la richiesta di ripetere nel tempo quelle vaccinazioni per cui la risposta immunitaria si affievolisce; di puntare a vaccinare tutti i soggetti che sono sfuggiti alla rete vaccinale nei primi anni di vita, per patologie che nell'adolescenza e in fase adulta possono comportare complicanze; di raggiungere una copertura vaccinale omnicomprensiva allo scopo di salvaguardare, oltre al singolo, la popolazione generale.

Il prof Carlo Signorelli e il dottor Michele Conversano, della Società Italiana di Igiene (SItI), evidenziano che non si è mai né troppo giovani né troppo anziani per vaccinarsi. La pratica vaccinale inizia sin dai primi mesi dopo la nascita, prosegue nell'adolescenza e nell'età adulta e arriva fino alla terza età con i vaccini antinfluenzali e la vaccinazione antipneumococcica.

In attesa che venga reso noto il calendario vaccinale per la vita, vediamo quali sono i vaccini obbligatori, e quelli consigliati, per i neonati e i bambini.

Le vaccinazioni dei neonati si iniziano a partire dal 3º mese, non bisogna preoccuparsi se il pediatra vi dirà che a 2 mesi dovrete portare il piccolo per i primi vaccini, non vi sta chiedendo di anticipare di un mese. Le note ministeriali prevedono la prima vaccinazione nel terzo mese di vita, quello che inizia dal 61º giorno (2 mesi e 1 giorno).

Le prime vaccinazioni, che andranno quindi fatte dopo i 60 giorni di vita del bambino, prevedono 3 dosi nel primo anno (a 3, 5 e 11 mesi) per Difterite, Tetano, Pertosse, Poliomielite, Epatite b, Haemophilus influenzae tipo b, con richiamo per l'anti-poliomielite nel terzo anno, e per la Difterite-Tetano-Pertosse a 5-6 e 12 anni.

La vaccinazione per Morbillo, Rosolia e Parotite va praticata a 11-15 mesi, con richiamo a 5-6 anni. I figli di madre positiva all'Epatite B ricevono la prima dose di vaccino alla nascita, per ridurre il rischio di trasmissione verticale dell'infezione dalla mamma al bambino, e poi seguono uno schema vaccinale speciale per la sola vaccinazione per Epatite B.

Per le prime dosi di vaccino in genere il bambino viene convocato direttamente dal centro vaccinale oppure riceve un appuntamento già alla dimissione dal nido. Ad ogni vaccinazione viene dato l'appuntamento per la somministrazione successiva.

Schematizzando possiamo riassumere in questo modo gli appuntamenti con i vaccini:

Vaccinazioni obbligatorie

  • 3º mese (Prima dose: Polio Orale, Difterite Tetano e Antiepatite B)

  • 5º mese (Seconda dose: Polio Orale, Difterite Tetano e Antiepatite B)

  • 11º-12º mese (Terza dose: Polio Orale, Difterite Tetano e Antiepatite B)

  • 3º anno (Quarta dose: Polio Orale - richiamo)

  • 6º anno (Quarta dose: Difterite Tetano)

  • 12º anno (Vaccinazione antiepatite B, in 3 dosi, più Tetano, negli adolescenti non vaccinati precedentemente)

Vaccinazioni consigliate

  • 3º mese (Prima dose vaccino trivalente: Difterite + Tetano + Pertosse - in alternativa: Antipertosse o Difterite + Tetano)

  • 5º mese (Seconda dose: Antipertosse)

  • 11-12º mese (Terza dose: Antipertosse)

  • 15º mese (Antimorbillo con unica dose in somministrazione sottocutanea o, in alternativa, Morbillo + Rosolia + Parotite)

  • 9º-10º anno (Solo in bambine prepuberi, antirosolia in unica dose con somministrazione sottocutanea. La vaccinazione contro la rosolia è una vaccinazione consigliata a tutte le bambine all'età di 10 anni che non hanno contratto la malattia o alle donne che intendono programmare una gravidanza e no sono immunizzate verso la rosolia.)

  • 11º-12º anno (Solo bambine, prima di un eventuale contagio con il virus HPV, vaccinazione contro il Papilloma virus)

Condividi questa pagina nei Social Network

Rimani aggiornato sui nuovi articoli

Universonline su G+
Universonline su Facebook

Articoli di medicina e salute correlati

Interagisci

Redazione Forum

Vuoi aprire una discussione su questo argomento ?
Discutine sul forum...

Invia l'articolo

Manda questo
articolo a un amico

Annunci