UniversONline.it

Un vaccino per curare i tumori - Il tumore al seno, il tumore al colon, il tumore al polmone, il tumore al pancreas, ecc., potrebbero essere curati grazie ad un vaccino in grado di ridurre...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Un vaccino per curare i tumori

Un vaccino per curare i tumori

Il tumore al seno, il tumore al colon, il tumore al polmone, il tumore al pancreas, ecc., potrebbero essere curati grazie ad un vaccino in grado di ridurre la massa tumorale dell'80 per cento. Un gruppo di ricercatori dell'University of Georgia di Athens in collaborazione con un team di esperti della Mayo Clinic di Scottsdale (Arizona) hanno messo a punto un vaccino che potrebbe sconfiggere circa il 70 per cento dei tumori mortali. I risultati della sperimentazione sono stati pubblicati sull'autorevole rivista PNAS (Proceeding of The National Academy of Sciences, Dicembre 2011).

Geert-Jan Boons, uno degli autori dello studio, spiega nel corso di una sperimentazione condotta su modelli murini di cancro al seno e al pancreas si è riusciti a ridurre la dimensione del tumore anche dell'80 per cento. Grazie ad un vaccino si è stimolata la risposta del sistema immunitario nei confronti degli zuccheri legati a MUC1, una proteina che di norma è presente in quantità maggiori sulla superficie del 70 per cento delle cellule tumorali.

Anche se la ricerca è stata condotta su modelli animali affetti da tumori alla mammella e al pancreas, secondo gli autori i risultati ottenuti potrebbero essere validi anche per altre neoplasie; nello specifico quelle caratterizzate dalla presenza di questi particolari zuccheri.

I risultati ottenuti fanno ben sperare ma non bisogna dimenticarsi che un gene di un topo, pur essendo molto simile ad un gene umano, è collocato in un ambiente molto diverso. L'anatomia dei topi non può essere di certo paragonata a quella dell'uomo. Molte volte si tende a cedere a facili esultazioni ma non bisogna mai dimenticarsi che i risultati ottenuti con i modelli murini in laboratorio devono essere poi verificate anche sull'uomo.

Il prossimo passo dei ricercatori sarà quindi quello di verificare se si possono ottenere anche sulle cellule tumorali umane risultati analoghi a quelli ottenuti con i modelli murini. Solo successivamente potrà partire la sperimentazione clinica che potrebbe portare alla realizzazione di un vaccino in grado di prevenire il cancro nei pazienti ad alto rischio e, in combinazione con altri trattamenti, per la cura di quei casi dove non è possibile intervenire chirurgicamente.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook