UniversONline.it

Mastoplastica additiva, il seno rifatto piace al 65% degli uomini - Ben il 65 per cento degli uomini è favorevole alla mastoplastica additiva e circa il 50 per cento ammette che, se un intervento è ben eseguito, un seno...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Mastoplastica additiva, il seno rifatto piace al 65% degli uomini

Mastoplastica additiva, il seno rifatto piace

Ben il 65 per cento degli uomini è favorevole alla mastoplastica additiva e circa il 50 per cento ammette che, se un intervento è ben eseguito, un seno rifatto non si distingue da uno naturale. Nella maggior parte dei casi, sia uomini che donne, ritengono che dal punto di vista estetico la terza taglia sia la scelta migliore per un intervento di mastoplastica additiva. Questi e altri dati emergono da un'indagine condotta da Duepuntozero Research (l'istituto di ricerche specializzato nella comprensione e misurazione dei media digitali) e DoxaPharma (azienda che conduce da molti anni ricerche nel settore farmaceutico presso i consumatori, i medici ed i farmacisti) per la seconda edizione dell'Osservatorio Nazionale sulla chirurgia Estetica in Italia (Giugno 2011).

La mastoplastica additiva risulta essere l'intervento di chirurgia estetica più richiesto ed eseguito. Anche se in Italia non c'è una buona raccolta dei dati relativi a questo settore, si stima che attualmente più di 50 mila donne si siano sottoposte ad un intervento di mastoplastica additiva. Vediamo alcuni numeri relativi all'intervento per rifare il seno: l'intervento di mastoplastica additiva dura mediamente 60 minuti, può essere eseguito in anestesia generale o locale associata alla sedazione (l'intenerito va sempre eseguito in presenza dell'anestesista), la permanenza in clinica, salvo complicazioni, è di 6 ore, la vita sociale/lavorativa si può riprendere dopo 6 giorni, l'attività fisica dopo 4 settimane e bisogna spettare almeno 40 giorni prima di poter esporre il nuovo seno al sole. Per poter sfoggiare un seno rifatto bisogna preventivare una spesa che può andare da 5 mila fino ad oltre 8 mila euro.

Tornando all'indagine condotta per la seconda edizione dell'Osservatorio Nazionale sulla chirurgia Estetica in Italia, i dati riguardano un campione di 1000 donne, 250 uomini e un gruppo rappresentativo di chirurghi estetici. La maggior parte delle donne intervistate ha dichiarato di essere soddisfatta del proprio seno, ciò nonostante, il 37 per cento ha confessato di aver considerato l'idea di un ritocco. Ben tre quarti delle donne che hanno ipotizzato un possibile intervento di chirurgia estetica non hanno però mai incontrato un chirurgo, nella maggior parte dei casi (40 per cento) per via dell'elevato costo dell'intervento e nel 28 per cento dei casi per paura del dolore.

Oltre alla mastoplastica additiva, nell'ultimo anno è cresciuta la richiesta di interventi di liposcultura e liposuzione. Nella maggior parte dei casi (95 per cento) si ricorre al bisturi per correggere dei difetti fisici, aumentano però anche quelle persone che si affidano alla chirurgia estetica per piacersi di più e per sentirsi più sicure di sé, scende invece la percentuale delle persone che sentono il bisogno di piacere di più agli altri.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook