Prezzo farmaci, si risparmia con i generici

Prezzo farmaci generici

Il prezzo dei farmaci può incidere in maniera significativa sul bilancio familiare, c'è però un modo per risparmiare soldi, scegliere i farmaci generici (o equivalenti). A partire dal 15 Aprile 2011 la scelta del farmaco generico sarà ancora più conveniente. L'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) ha disposto che, in attuazione della manovra estiva 2010 per riequilibrare i prezzi dei farmaci generici a quelli europei e per incentivarne il consumo, i farmaci generici subiranno una diminuzione del prezzo che in alcuni casi potrebbe arrivare anche al 40 per cento.

Anche se in ritardo rispetto agli altri paesi della comunità europea sempre più italiani decidono di acquistare i farmaci equivalenti, questo grazie anche alle campagne informative che negli ultimi anni sono sempre più frequenti. I farmaci equivalenti, precedentemente noti come generici, sono identici ai farmaci di marca, l'unica differenza è che essendo scaduto il brevetto lo stesso farmaco può essere ridistribuito con un nome differente (solitamente con il nome del principio attivo) ad un prezzo decisamente più basso. Presto metteremo a disposizione dei lettori una lista dei farmaci generici equivalenti acquistabili nelle farmacie italiane.

I nuovi sconti sui prezzi dei farmaci interesseranno 4.188 prodotti, un taglio che secondo le stime potrebbe far risparmiare allo Stato ben 830 milioni di euro all'anno. L'introduzione nel mercato dei farmaci equivalenti nel tempo ha portato anche a un ulteriore beneficio, molte case farmaceutiche hanno ribassato il prezzo anche dei farmaci di marca.

Sergio Dompè, presidente di Farmindustria, evidenzia però un malcontento generale fra le cause farmaceutiche. Dompè spiega che in campo sanitario negli ultimi 10 anni la spesa farmaceutica è costantemente diminuita mentre in altri settori della salute si è registrato un incremento che in alcuni casi è arrivato addirittura al 60 per cento. Alla luce di questi dati le case farmaceutiche non escludono la possibilità di spostare altrove le produzioni dei farmaci, perfino di quelle hi-tech.

Altri articoli correlati

Interagisci

Vuoi aprire una discussione su questo argomento ?
Discutine sul forum...

Manda questo
articolo a un amico

Condividi questa pagina nei Social Network

Link sponsorizzati