Vampate menopausa: sintomi, disturbi e rimedi

Vampate menopausa: sintomi, disturbi e rimedi

Tra i sintomi della menopausa ci sono le vampate di calore, un disturbo poco gradevole per le donne che potrebbe però avere degli effetti positivi sulla salute dell'apparato cardiocircolatorio. Le vampate di calore non hanno però lo stesso effetto in tutte le menopause, i benefici non sembrerebbero riscontrabili in quei casi di menopausa tardiva (quando insorge dopo i 55 anni). Questa è la conclusione di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori, del Northwestern Memorial Hospital di Chicago (Stati Uniti), coordinati dalla dottoressa Emily Szmuilowicz in collaborazione con l'Harvard Medical School. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Menopause (Febbraio 2011, Vasomotor symptoms and cardiovascular events in postmenopausal women).

Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno tenuto sotto osservazione, per un periodo di 10 anni, le condizioni di salute di circa 60mila donne, non più fertili, arruolate nello studio Women's Health Initiative. Per condurre l'analisi sono stati creati 4 gruppi in base alla comparsa delle vampate di calore nel periodo della menopausa. 18.799 donne non presentavano alcun sintomo ne all'inizio della menopausa ne al momento dell'arruolamento nello studio, 24.753 donne avevano avuto le vampate di calore all'inizio della menopausa ma nel periodo dell'arruolamento non presentavano più tale disturbo, in 15.084 donne le vampate di calore sono comparse all'inizio della menopausa e persistevano anche durante il periodo dell'arruolamento, infine, in 1.391 donne i sintomi erano comparso dopo la menopausa e persistevano ancora nel momento in cui erano state arruolate nello studio.

Analizzando i dati raccolti nel corso dei 10 anni si è scoperto che le donne che presentavano le vampate di calore dall'inizio della menopausa erano meno soggette a infarto (meno 17 per cento) e ictus (meno 11 per cento). Al contrario, le donne che avevano avuto le vampate di calore in un periodo successivo all'inizio della menopausa presentavano un rischio di attacco di cuore superiore (più 32 per cento).

L'analisi condotta non è però riuscita a far luce sul meccanismo che sta dietro al minor o maggior rischio di malattie dell'apparato cardiocircolatorio. Secondo i ricercatori una delle possibilità è che i sintomi vasomotori della menopausa possano rappresentare una risposta fisiologica alle fluttuazioni ormonali della menopausa normale, e l'assenza di questi sintomi può significare una già ridotta risposta vascolare a questi cambiamenti ormonali. Lo studio presenta però un ulteriore limite, trattandosi di indagine retrospettiva basata su un questionario self-reporting, alcune donne potrebbero non aver comunicato che, nel periodo della menopausa, stavano seguendo una terapia ormonale sostitutiva (HRT) che potrebbe aver attenuato i sintomi (sudorazione, vampate di calore, ecc.).

Inizio della menopausa

Mediamente la menopausa si manifesta tra i 50 e i 51 anni, si considera però perfettamente normale una menopausa che inizia tra i 45 e i 55 anni. Particolari situazioni, come per esempio l'asportazione delle ovaie, decretano subito l'inizio della menopausa qualunque sia l'età della donna. Al di fuori di situazioni eccezionali, come per esempio un intervento chirurgico, se la menopausa inizia prima dei 45 anni, si parla di menopausa precoce (la familiarità può incidere su questo particolare), se oltre i 55 anni di menopausa tardiva.

Cosa accade con l'inizio della menopausa

Nel periodo della menopausa il corpo femminile è privo degli ormoni femminili (estrogeni e progesterone). Questi ormoni controllano parecchi tessuti del corpo femminile, rendono morbida ed elastica la pelle, lubrificano gli organi genitali, irrobustiscono le ossa e, in base ai risultati di alcuni studi, potrebbero esercitare un effetto protettivo sul cuore e cervello.

Segnali premonitori e sintomi della menopausa

Nei 5 anni che precedono la menopausa, i cicli mestruali manifestano irregolarità di quantità, di ritmo e di durata del periodo intercorrente (cicli più brevi, più abbondanti o più scarsi, amenorrea saltuaria). La menopausa è caratterizzata da diversi sintomi quali: vampate di calore (una sensazione improvvisa di caldo al viso, al collo e al petto che s'accompagna ad un'abbondante sudorazione), sudorazioni notturne, insonnia, problemi genito-urinari, depressione, aumento di peso e aumento della pressione.

Rimedi contro gli effetti della menopausa

Per contrastare gli effetti della menopausa, se non lo si fa già, bisogna migliorare i propri stili di vita. E' opportuno fare esercizio fisico, mangiare sano (minor consumo di grassi, alcool e caffè), bisogna seguire una dieta ricca di latticini magri così da avere buon apporto di calcio, non fumare e, per facilitare l'assorbimento del calcio, esporsi alla luce solare (che fissa la vitamina D).

Per contrastare gli effetti della menopausa si possono anche seguire alcune terapie: terapia ormonale sostitutiva generale (HRT) e terapie non ormonali (gel riequilibranti vaginali non ormonali, fitoestrogeni, integratori di calcio e vitamina D, sedativi).

La terapia ormonale sostitutiva (HRT) consiste nella somministrazione di ormoni femminili sottoforma di cerotti o gel cutanei, compresse, creme, ovuli vaginali e spray nasali che liberano estrogeni simili a quelli che le ovaie producevano quando erano funzionanti. Questo tipo di terapia, che è preferibile comunque non seguire per più di 5 anni per impedire la comparsa di effetti negativi secondari, è controindicata in alcuni casi: sanguinamento vaginale da cause non determinate, malattie del fegato, cancro del seno, alterazioni della, coagulazione del sangue e ipertensione grave.

Nel caso in cui per una donna sia sconsigliata la terapia ormonale sostitutiva si procede con una terapia non ormonale. Questa terapia prevede una serie di farmaci sintomatici. Esistono farmaci in grado di alleviare le vampate di calore, farmaci che contrastano la graduale rarefazione dell'osso e farmaci che facilitano i rapporti sessuali senza dolore.

Altri articoli correlati

Interagisci

Vuoi aprire una discussione su questo argomento ?
Discutine sul forum...

Manda questo
articolo a un amico

Condividi questa pagina nei Social Network

Link sponsorizzati