UniversONline.it

Effetti antibiotici a rischio se se ne abusa - I farmaci andrebbero sempre presi solo quando servono veramente, in alcuni casi, come per esempio per gli antibiotici, un comportamento inappropriato...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Effetti antibiotici a rischio se se ne abusa

Effetti antibiotici e rischio se se ne abusa

I farmaci andrebbero sempre presi solo quando servono veramente, in alcuni casi, come per esempio per gli antibiotici, un comportamento inappropriato potrebbe essere più negativo di quanto si possa pensare. Forse non tutti sanno che gli effetti degli antibiotici, quando non assunti nel modo giusto, potrebbero diminuire al punto tale da perdere la loro efficacia nel combattere i batteri. Negli ultimi anni, soprattutto in Italia, si fa un uso improprio degli antibiotici, questo nel tempo potrebbe portare a sviluppare una resistenza che rappresenta un vero rischio per la salute in quanto si rischia di non avere medicinali appropriati per malattie che oggi non rappresentano un problema ma potrebbero diventarlo in futuro. Per promuovere un uso appropriato degli antibiotici, l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha lanciato la campagna di comunicazione "Antibiotici. Difendi la tua difesa. Usali con cautela".

La campagna di comunicazione ha un duplice obiettivo: da una parte serve per sensibilizzare gli italiani ad un uso appropriato degli antibiotici limitandone, di conseguenza, anche gli effetti avversi, dall'altra punta a limitare l'eccesso di spesa liberando risorse da destinare alla ricerca. Secondo alcune stime, grazie ad un uso corretto degli antibiotici si potrebbero risparmiare 413 milioni di euro.

Il prof. Rasi, Direttore Generale dell'AIFA, spiega che attraverso questa campagna si punta ad informare i cittadini sull'importanza di un corretto uso degli antibiotici. Come per qualsiasi medicinale che richiede una ricetta medica anche gli antibiotici vanno presi solo quando necessari e dietro prescrizione del medico che ne accerti l'effettiva utilità, inoltre non bisogna mai interromperne la terapia prima dei tempi indicati dal medico o, comunque, solo dietro suo consiglio. C'è poi un errore più comune di quanto si possa pensare, molte persone assumono degli antibiotici per curare delle infezioni virali. Il rischio è che nel tempo si sviluppi un'antibioticoresistenza che potrebbe portare a non avere cure efficaci per le infezioni batteriche.

Gli esperti spiegano che questi timori sono avvalorati da alcuni studi che hanno rilevato che in Europa circolano ceppi di batteri totalmente o quasi totalmente resistenti agli antibiotici. Se non si interviene promuovendo l'appropriatezza nell'impiego di questa classe di farmaci e attuando strategie di sistema esiste il rischio di non riuscire più a curare infezioni batteriche in corso di trapianti, chemioterapia oncologica, chirurgia ortopedica, terapie intensive ecc.

In base ai dati raccolti si è rilevato che nell'80-90 per cento dei casi gli antibiotici vengono utilizzati nella medicina generale per malattie delle vie aeree (raffreddore, influenza, ecc.), spesso causate da virus, sui quali gli antibiotici non sono efficaci. Nella maggior parte dei casi si tratta di cure "fai da te" con farmaci già presenti nelle case residui da prescrizioni mediche precedenti, una pratica che finisce per rafforzare i batteri più forti.

Per l'imitare l'abuso dei farmaci potrebbe essere utile introdurre delle confezioni dei medicinali monouso, una pratica già presente in numerosi paesi europei. Di questo parere è anche Federconsumatori, l'associazione si batte da anni contro gli sprechi e le inefficienze del sistema e, oltre ad una corretta e consapevole informazione ed educazione sull'utilizzo dei farmaci, specialmente quelli equivalenti, richiede l'adozione delle confezioni conformi o monouso. Rosario Trefiletti, presidente di Federconsumatori, spiega che è un controsenso che un cittadino in caso di mal di testa sia costretto ad acquistare 20 pasticche per utilizzarne una sola.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook