UniversONline.it

Colesterolo, prevenzione per risparmiare - Seguire una dieta, o in certi casi assumere dei farmaci come le statine, per tenere il colesterolo basso, potrebbe far risparmiare allo stato oltre 3...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Colesterolo, prevenzione per risparmiare

Colesterolo: prevenzione per risparmiare

Seguire una dieta, o in certi casi assumere dei farmaci come le statine, per tenere il colesterolo basso, potrebbe far risparmiare allo stato oltre 3 miliardi di euro l'anno in spese sanitarie. Questa è la conclusione di un'indagine, condotta dal professor Vincenzo Atella della Facoltà di Economia dell'Università di Roma (Tor Vergata), promossa dalla Fondazione SIMG (Società Italiana di Medicina Generale).

Delle strategie efficaci che contribuiscano ad abbattere l'eccesso di colesterolo LDL nel sangue, già a partire dal 2010, potrebbero far risparmiare 3,3 miliardi di euro, un risparmio che potrebbe arrivare addirittura a 4,5 miliardi nel 2040. L'ipercolesterolemia, considerata uno dei più potenti fattori di rischio per le malattie cardiovascolari, colpisce il 15-20 per cento della popolazione nei paesi occidentali. Nella maggior parte dei casi è legata a un'alimentazione scorretta, al fumo, alla sedentarietà, al sovrappeso, al diabete; raramente è dovuta a un'alterazione genetica.

In occasione della presentazione dei dati dell'indagine si sono confrontati medici, politici ed economisti. Tutti hanno concordato che attraverso delle azioni di prevenzione primaria, utili per impedire che un individuo possa contrarre una determinata patologia, e prevenzione secondaria, misure in grado di limitare i problemi in soggetti con patologia già clinicamente manifesta, si possono risparmiare importanti risorse economiche che potrebbero essere utilizzate nella ricerca.

Nell'attuazione delle strategie bisogna stare attenti a tutte le fasi, non basta solo informare la popolazione affinché possano intraprendere un'azione di prevenzione, curarsi male è altrettanto dispendioso. Per ottenere un vero risparmio bisogna fare in modo che le terapie vengano anche ben seguite dai pazienti.

Come si è ottenuto l'importo del possibile risparmio? Come già accennato, l'ipercolesterolemia è associata alle malattie cardiovascolari, dei livelli elevati di colesterolo LDL si associano a indurimento delle arterie, malattie cardiovascolari e rischio di morte per attacco cardiaco, patologie che ogni anno influiscono pesantemente sul bilancio del SSN. Gli esperti hanno ottenuto il calcolo del risparmio potenziale moltiplicando il costo totale unitario (costi diretti + indiretti) di un evento cardiovascolare per il numero di eventi potenzialmente evitabili attraverso il miglioramento della terapia farmacologica in ogni Regione.

In conclusione della presentazione dei dati, gli esperti hanno spiegato che i benefici che potrebbero derivare da queste strategie di prevenzione, se attuati ora (Luglio 2008), potrebbero essere disponibili immediatamente ed entro fine anno sarebbe possibile registrare un risparmio pari a circa 1,5 miliardi di euro.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook