UniversONline.it

Infarto, riparare il cuore con le staminali - Grazie al miglioramento delle tecniche che utilizzano cellule staminali in futuro potrebbe essere possibile riparare completamente un cuore colpito da infarto

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Infarto, riparare il cuore con le staminali

Infarto: riparare il cuore con le staminali

Grazie al miglioramento delle tecniche che utilizzano cellule staminali in futuro potrebbe essere possibile riparare completamente un cuore colpito da infarto. Il prossimo agosto (2007), presso l'universitą di Bristol, per la prima volta al mondo verranno impiantate delle cellule staminali che avranno il compito di riparare il cuore infartuato. La notizia di questa nuova sperimentazione č stata data in occasione del Congresso dal titolo "Cellule staminali autologhe per malattie cardiovascolari " tenutosi a Bristol il 24-25 Giugno.

Inizialmente la sperimentazione coinvolgerą 60 pazienti che si sottoporranno ad un innesto di cellule staminali adulte, prelevate dal loro midollo osseo, durante un'operazione di by-pass coronarico. L'intervento chirurgico di by-pass č utilizzato nei casi di gravi coronaropatie che non possono essere trattate con metodi alternativi. L'obiettivo dell'intervento chirurgico di impianto di by-pass č quello di aumentare il flusso di sangue attraverso un'arteria coronaria.

La sperimentazione verrą coordinata da un italiano, il chirurgo Raimondo Ascione che, dopo la laurea in medicina e la specializzazione in Cardiochirurgia presso l'Universitą Federico II di Napoli, č partito alla volta di Bristol nel 1997.

Lo studio, finanziato con 210 mila sterline (circa 312 mila euro) dalla British Heart Foundation, durerą circa tre anni ma Ascione evidenzia che gią dopo il primo anno si potranno avere i primi risultati. Secondo l'esperto, in caso di successo della sperimentazione, si rivoluzionare il trattamento dell'infarto ottenendo un notevole miglioramento delle aspettative di vita dei pazienti ma non solo, si potranno anche diminuire notevolmente i costi sanitari.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Approfondimenti sull'argomento

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook