UniversONline.it

Medicina tradizionale cinese, un nuovo laboratorio congiunto - La medicina tradizionale cinese potrebbe dare un valido supporto alla medicina classica, affinché questo sia fattibile bisogna però verificare cosa è...

Continua
Universonline su Facebook
Universonline su G+

Medicina tradizionale cinese, un nuovo laboratorio congiunto

Medicina tradizionale cinese

La medicina tradizionale cinese potrebbe dare un valido supporto alla medicina classica, affinché questo sia fattibile bisogna però verificare cosa è effettivamente applicabile ai metodi occidentali e cosa invece non ha una provata validità scientifica. E' con questo obiettivo che lo scorso 16 gennaio (2007) è stato inaugurato a Tianjin un laboratorio congiunto per lo studio e la modernizzazione della medicina tradizionale cinese.

Grazie a un accordo tra l'Istituto Superiore di Sanità e l'Amministrazione Statale per la Medicina Tradizionale cinese, a Tianjin, è stato realizzato il Joint Sino Italian Laboratory for Traditional Chinese Medicine (JoSIL-TCM), un centro costruito grazie ai finanziamenti del Ministero della Salute italiano e il contributo del Ministero della Ricerca Scientifica e Tecnologica cinese (MOST). Fra i vari esponenti presenti all'inaugurazione vi erano anche il Ministro della Salute italiano Livia Turco e il Presidente dell'ISS Enrico Garaci.

Enrico Garaci ha evidenziato che tra le aree cliniche su cui il progetto intende immediatamente iniziare a lavorare vi sono la riabilitazione post ictus, lo scompenso cardiaco e la gestione degli effetti collaterali delle chemioterapie attraverso l'agopuntura, inoltre, saranno realizzati trial clinici congiunti.

Il Joint Sino Italian Laboratory for Traditional Chinese Medicine si avvale del contributo dell'Università di Tianjin che conta due ospedali di insegnamento e oltre tremila studenti. L'obiettivo primario è quello di modernizzare la medicina tradizionale cinese e utilizzare i metodi di validazione italiani per testarne l'efficacia. Fra i vari progetti sono previsti anche studi esplorativi di fase I e fase II su preparativi della medicina tradizionale che si ritengono eleggibili per la procedura di registrazione della direttiva europea 24 del Parlamento europeo.

Il JoSIL-TCM verrà accreditato anche come centro collaborativo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità per la medicina tradizionale cinese e avrà due sedi, una presso l'Istituto Superiore di Sanità, l'altra presso l'Università di Tianjin, e quindi due responsabili scientifici, nominati rispettivamente dal Presidente dell'ISS e dal Presidente dell'Università di Tianjin.

Condividi questa pagina

Invia pagina

Ti potrebbe interessare anche:

Articoli di medicina e salute correlati

Cerca nel sito

Se non hai trovato quello che ti serve, o vuoi maggiori informazioni, utilizza il motore di ricerca

Annunci

Seguici sui Social Network

Universonline su G+
Universonline su Facebook